RENDEZ VOUS nasce cartaceo registrato il 27 luglio 2007 al Tribunale di Roma n. 350

lunedì 13 maggio 2019

Opening Party con Barbara Vissani che lancia Villa Baldacchini nel mondo del wedding



di Rosalba Lupo
La grande Wedding Planner Barbara Vissani stupisce i suoi ospiti con un evento ad effetto, in un luogo incantato che svela al pubblico la bellezza di luoghi sospesi tra sogno e realtà.
La Pattuglia acrobatica disegna cuori nel cielo di Torrita Tiberina, tra lo stupore degli ospiti,
le note di un quartetto d’archi e i passi fieri di pavoni bianchi nell’ampio giardino che apre la sua vista sulla valle dove il Tevere, pacifico protagonista di questi luoghi, disegna capricciose curve nel suo morbido percorso verso il mare.
Sotto un arco adornato da rinascimentali composizioni floreali, gli sposi si dichiarano eterno amore, in questi luoghi in cui la storia è silente testimone di secoli passati velocemente e di attimi eterni. Testimone di vita. Testimone d’Amore.
La famiglia Careri, proprietaria della Villa, non poteva immaginare niente di più affascinante per mostrare il tesoro prezioso di questa straordinaria dimora, schiudendo lentamente, alla curiosa attenzione del pubblico, lo scrigno che ne custodisce l’inestimabile valore.
Villa Baldacchini, che sorge sulle antiche vestigia della dimora che ospitò Agrippina nel primo secolo d.C., si apre al mondo del wedding svelando gradualmente le proprie meraviglie, grazie alla sapiente regia di Barbara Vissani che orchestra un crescendo di emozioni scandito da momenti chiave che regalano brividi.
Elegantissime ninfe dei boschi - in abiti realizzati con tessuti leggeri e fiori, frutto della collaborazione tra l’Atelier di abiti da sposa e il team dei floral designer - accolgono il folto pubblico giunto in quest’angolo di paradiso.
La sposa, in un romantico abito firmato da La Vie En Blanc Atelier e con un’eterea immagine curata dalla makeup artist e hair stylist Marianna Zambenedetti, giunge a bordo di un elicottero che atterra leggero e sicuro sul prato della Villa. Ad attenderla, indossando un elegantissimo abito di Carosi Uomo, l’uomo che la prenderà in sposa.
Tra due ali di incantati ospiti, raggiungono il celebrante e, sulle romantiche note degli archi del Quartetto d’archi femminile Sharareh, il rito del matrimonio raggiunge il culmine, all'arrivo della Pattuglia Acrobatica che traccia una lunga scia bianca nel cielo azzurro, a rendere eterno questo attimo. Dopo le emozioni del rito, sicura e sorridente, Barbara Vissani, alla presenza di Rita Colafigli, Sindaco di Torrita Tiberina, ha aperto il cocktail che ha deliziato gli ospiti con le prelibatezze proposte dagli chef, abbinate ad una selezioni di vini e gustose bollicine, accompagnandoli a prendere posto nell’elegante Sala delle Volte,
caratterizzata dai mattoncini dell’originaria struttura del 1600 e dalle tracce degli antichi focolai, riemersi grazie agli importanti lavori di ristrutturazione, eseguiti con scrupoloso rispetto delle origini. Gli eleganti allestimenti dei tavoli - sui quali troneggiavano scenografici candelabri dominati dalle romantiche decorazioni floreali in collaborazione con Roberta Farris Art- hanno ospitato un’elegante cena placée,
servita sulle coinvolgenti note del
sax di Antonio D’Avolio che hanno poi accompagnato ospiti e stampa, ed esperti del settore wedding fino al momento del caffè, in un dopocena tranquillo e rilassato, degustando distillati e sigari sulla terrazza al primo piano della Villa.
Ma le sorprese pensate da Barbara non erano ancora finite. Con un timing perfetto Michela Careri, l’elegante padrona di casa e Barbara Vissani hanno invitato gli ospiti a raggiungerle nel giardino dove stava iniziando il
coinvolgente show di Britney Aerial Sphere che ha illuminato la notte con l’incanto
e la grazia delle sue eleganti coreografie, fino all’emozionante spettacolo pirotecnico che ha chiuso la serata tra gli applausi dei tanti estasiati ospiti, testimoni di un evento decisamente unico.

martedì 7 maggio 2019

Conferenza Stampa 87° CSIO Roma Piazza di Siena il Presidente Mattarella assisterà alla Coppa delle Nazioni



di Rosalba Lupo
Conferenza stampa attesissima per l'evento dell'anno, siamo al numero 87 dello CSIO di Roma Piazza di Siena - Master fratelli d’Inzeo organizzato da FISE e CONI/Sport e Salute.
Giornata fortunata, assolata, dove i tantissimi ospiti, fotografi e giornalisti, hanno goduto nello splendido ovale all’interno di Villa Borghese l’eccezionalità del manto erboso dove, dal 23 al 26 maggio, si confronteranno i migliori binomi del jumping mondiale.
Ma il concorso, come la passata stagione, ospiterà competizioni anche nella seconda area, quella del Galoppatoio a partire da lunedì 20 maggio. Nel 2019 il concorso romano dunque cresce ancora portando da quattro a sette le giornate di gara e eventi. All’evento sono intervenuti il Presidente del CONI, Giovanni Malagò e il Presidente della FISE Marco Di Paola. Un imprevisto impegno ha impedito la presenza dell’Assessore allo Sport, alle Politiche Giovanili e ai Grandi Eventi di Roma Capitale, Daniele Frongia.
Giovanni Malagò: “E’ sotto gli occhi di tutti quanto in questi ultimi anni il concorso ippico di Piazza di Siena sia cresciuto come evento e per i nostri colori anche a livello sportivo come testimoniano le due ultime edizioni di Coppa delle Nazioni vinte dall’Italia. Piazza di Siena cresce e sono molto contento di aver raggiunto con il Comune di Roma un accordo nel quale ci viene concessa la disponibilità della Casina dell’Orologio che diverrà un centro culturale prima, durante e dopo il concorso ippico.
Venerdì poi, nel giorno della Coppa delle Nazioni, ho l’onore e il piacere di annunciare la presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e che nella stessa giornata godremo anche quest’anno della straordinaria esibizione delle Frecce Tricolori”. Marco Di Paola: “Da tre anni lavoriamo ad un nuovo progetto e mi sento di dire che questa è una scommessa vinta. Piazza di Siena è tornata ad essere una grande risorsa e di questo dobbiamo ringraziare tutti gli sponsor che ci supportano. Accanto a un team organizzativo stellare, quest’anno il concorso di Piazza di Siena è ancora una volta vetrina dei migliori cavalieri del mondo. In Coppa delle Nazioni tra le nove fortissime nazionali vedremo anche la grande novità di Israele.
L’Italia schiererà un team d’eccellenza con Lorenzo De Luca, Bruno Chimirri, Luca Marziani e Riccardo Pisani. Tornerà come cavaliere Roberto Arioldi che a 63 anni si rimette in gioco a Piazza di Siena dopo essere stato il selezionatore della nazionale. Il nostro progetto di crescita continua con una vastissima proposta sportiva, promozionale, fino al Galoppatoio nell’area che abbiamo bonificato e inaugurato la passata stagione. Mi fa piacere segnalare che quest’anno abbiamo raggiunto un accordo per avere a Piazza di Siena un gruppo di detenuti del carcere di Rebibbia che si occuperanno di giardinaggio e di rendere più bella la cornice di tutta l’area.

martedì 30 aprile 2019

Dubai Day – Premio Parioli Shadwell e Premio Regina Elena Shadwell Roma celebra il ritorno del galoppo a Capannelle con il Dubai Day


di Rosalba Lupo
È l'inizio di stagione della grande ippica, a conferma di un gemellaggio con gli Emirati Arabi che è ormai una tradizione consolidata. Grazie a questa partnership prestigiosa Capannelle ha vissuto un pomeriggio straordinario, apprezzatissimo dal folto pubblico accorso sulle tribune dell’ippodromo capitolino, impreziosito da corse di alto profilo ma anche eventi collaterali organizzati da ASI sez. Sport Equestri. «Siamo lieti di poter finalmente tornare alle gare - le parole di Elio Pautasso, amministratore delegato e direttore generale di Hippogroup Roma. Dopo una stagione invernale piuttosto complicata per i noti contrasti con il Comune, Roma Capitale ha riaperto i termini per presentare la richiesta relativa al prolungamento della concessione. Adesso tocca a noi elaborare un progetto che il Campidoglio possa approvare dandoci la possibilità di continuare il lavoro che stiamo comunque portando avanti».
Sua Eccellenza Omar Alshamsi   con  Mirza Al Sayegh 
Intanto si riparte con il Dubai Day: «Una giornata importante per l’ippica italiana - continua l’ing. Pautasso -, organizzata grazie agli amici del Dubai che sponsorizzano l’intera giornata di corse. Innanzitutto il Parioli Shadwell e il Regina Elena Shadwell, le Ghinee italiane, le corse d’eccellenza dell’ippica nazionale, ma anche quella dei purosangue arabi».
Premio Regina Elena Shadwell – Gruppo III
Vince: Fullness of Life – Mossè Gerard - A. Botti Srl Soc Al Di Botti Alduino, Sc New Age Srl
Nella classica per le femmine che ricorda la Regina Elena – consorte di Vittorio Emanuele III e madre dell'ultimo re d'Italia, Umberto II di Savoia – si affermava Fullness of Life (Holy Roman Emperor), una New Age di Federica Villa allenata da Alduino e Stefano Botti, interpretata alla perfezione da Gerald Mosse, freddo ed abile nel reperire varco propizio nel momento topico della corsa, nel quale proiettava la compagna della più attesa Miss Moon per chiudere agevolmente davanti alla coriacea Intense Battle e alla sorprendente Dehara - pienamente guarita dai problemi di salute e recuperata al massimo agonismo dal team Boccardelli - finita in piena spinta a precedere Must Be Late e Miss Moon. Sottotono la prestazione della Incolix Verde e Rosa.
Premio Parioli Shadwell – Gruppo III
Vince: Out of Time, Atzeni Andrea, A. Botti Srl Soc Al Di Botti Alduino Sc Del Giglio Sardo Srl
Nel Parioli splendida affermazione del sauro Out of Time (Sakhee's Secret) – allenato dai Botti per il Giglio Sardo – calcando le gesta di Alabama Jacks e Salford Secret aggiudicatisi la classica dopo aver trionfato nel premio Pisa. La corsa si decideva ai 400 finali allorché Andrea Atzeni – lui sì, in perfetto timing - spostava a centro pista dalla scia del favorito Mission Boy, in sella al quale Carlo Fiocchi era proteso all'assalto di Pensiero d'Amore, per aggredirlo e superarlo di slancio nel furlong conclusivo, chiudendo agevolmente davanti ai due rivali per un arrivo tutto in casa Cenaia. Quarto, a debito distacco, concludeva Gates of Horn mentre completamente a disagio era l'ospite inglese Boitron.
Premio Botticelli Emirates – Listed Race
Vince: Being Alive - Mosse' Gerard - A. Botti Srl, Soc Al Di Botti Alduino, Botti Stefano
In programma c'era anche il premio Botticelli, ultimo test sulla pista, per cavalli con ambizioni da Derby. Ironia della sorte la vittoria è andata al portacolori di Stefano Botti, Being Alive (Champs Elysees), un castrone a cui è preclusa la partecipazione alla corsa innominabile. Gerald Mosse – impeccabile in sella al vincitore - risolveva la contesa poco dopo l'intersezione delle piste scattando all'esterno di tutti in anticipo sul favorito Frozen Juke e rendendosi intangibile per l' avversario più atteso, finito leggermente in calo ma in grado di contenere il ritorno del battistrada iniziale Jighen, gran passista bisognoso di più metri; al quarto chiudeva la cornice l'outsider Tialleno, confermando la linea di Napoli con lo stesso Frozen Juke. Da rivedere l'altro atteso Atom Hearth Mother – al rientro dalla vittoria nel Berardelli - arresosi a palo lontano.
Premio Jebel Ali
Vince: Mamma Ela Fresu Antonio, Lg Di Di Dio L. E G. Soc Al Srl, Di Dio Tiziana
Il premio che onora il gemellaggio tra Capannelle e l’ippodromo di Jebel Ali - seme gettato qualche anno fa in terra feconda e colta consentendoci oggi, nonostante siano molti a non comprendere, di rimanere aggrappati a quel cordone ombelicale internazionale, attraverso sinergie trasversali garanti visibilità e sussistenza – è stato risolto da Antonio Fresu in sella alla sempreverde Mamma Ela (King Charlemagne) – colori e training di casa Di Dio -, filtrata al millimetro tra Franchellebit e Musa d'Oriente nel tratto conclusivo per aver ragione della coriacea Dioscuri, Party Goer. Con buon finale dalle retrovie Tata Pila carpiva il terzo posto a Katie Goffs ben in quota lungo la corda.
Tra gli ospiti d’onore presenti all’ippodromo Capannelle nel Dubai Day, Mirza Al Sayegh, Ministro delle Finanze dello sceicco Hamdam Bin Rashid al Maktoum, soddisfatto per la perfetta riuscita dell’evento: «Siamo molto felici di questa partnership con Hippogroup arrivata alla 15^ edizione e che siamo certi durerà ancora a lungo». Accanto a lui, Sua Eccellenza Omar Alshamsi, ambasciatore designato degli Emirati Arabi Uniti in Italia.
Protagonista della giornata anche il Presidente della Lazio Claudio Lotito, salito sul palco d’onore insieme al direttore di Capannelle Elio Pautasso per la premiazione della prima corsa in programma: Premio Taajer - UAE Embassy.

sabato 27 aprile 2019

ALL’ELIZABETH UNIQUE HOTEL IL COCKTAIL Di PRESENTAZIONE DI “PHOTOS FOR LIFE” IN MOSTRA ALLA GALLERIA RUSSO



di Rosalba Lupo
Serata raffinata piena di glamour, un connubio di arte, bellezza e solidarietà tutto questo si è svolto nel nuovissimo boutique hotel situato nel cuore di Roma il Bar Bacharach & Bistrot dell’Elizabeth Unique Hotel,
una dimora di lusso l’Elizabeth, unica che ha sorpreso gli ospiti per le sue pareti che sono come spazi di allestimento alternativi, con installazioni e quadri che ne fanno una sorta di galleria.
L’evento ha confermato e rafforzato lo stretto legame di collaborazione tra la Galleria d’Arte Russo e l’Elizabeth Unique Hotel che ha esposto nei suoi eleganti spazi dal moderno design, una importante selezione di opere d’arte curate proprio dalla Galleria Russo, in questa occasione del vernissage alla Galleria d'Arte sono state presentate delle foto inedite “Photos for Life”, una raccolta di fotografie realizzate dallo sceneggiatore e scrittore Enrico Vanzina che si è rivelato un ottimo fotografo. Moltissimi gli
scatti fotografici     di  Enrico  Vanzina
ospiti del mondo dello spettacolo, che hanno partecipato all'evento per testimoniare e condividere questo importante progetto di concreta solidarietà, che renderà migliore la vita di molti piccoli pazienti. I proventi della vendita delle opere in tiratura limitata sono stati devoluti per l’acquisto di un manometro ad alta risoluzione per l’Unità Complessa di Gastroenterologia Pediatrica del Policlinico Universitario Umberto I – Università La Sapienza, Roma diretta dal prof. Salvatore Cucchiara. Finale con un Light Dinner raffinato all'Elizabeth Unique Hotel.
giornalista Rosalba Lupo con Enrico Vanzina

TUTTI IN CROCIERA un mare di risate al TEATRO MANZONI

di Rosalba Lupo
Al Teatro Manzoni va in scena fino al 19 Maggio lo sfavillante spettacolo di varietà “TUTTI IN CROCIERA “ con un straordinario Antonello Costa. Dopo lo straordinario successo di Non ci posso credere Antonello e la sua compagnia tornano al Teatro Manzoni con un nuovissimo varietà, un formidabile corpo di ballo, la soubrette Annalisa Costa, Giampiero Perone, spalla esilarante e complice, accompagnano il comico siciliano in questa nuova peripezia scenica.

Tutti in Crociera “ è un varietà della migliore tradizione:
giustappone caratteri, tipi, macchiette; propone gag, canzoni, sketch, monologhi, balli. Antonello Costa, per questa ulteriore occasione d’incontro col pubblico, ha costruito una struttura volutamente classica, nutrita di differenti linguaggi scenici, atti a far reagire insieme la storia, la tradizione appunto, con la contemporaneità, in un’ottica di continua ricerca e sperimentazione.
Tutti in crociera racconta un’avventura: Antonello, comico virtuoso ma squattrinato, è stato convocato dalla comunità italo-americana di Boston per ricevere un premio che riconosca il suo talento. Non avendo i soldi per l’aereo, il suo agente gli organizza un viaggio in nave, dove, per pagare il biglietto, dovrà esibirsi intrattenendo i passeggeri. Nel viaggio, Antonello incontrerà personaggi strambi e stravaganti: un pericoloso latitante, un folle comandante, una ballerina che nasconde un misterioso segreto….
Ospiti” della crociera saranno: Kevin Lungotevere con la sua nuova canzone Arievecce a Roma, Tony Fasano e i suoi anni 70, Don Antonino e il brano Songo americano e il torero Joachim Cortos. Antonello canterà la rumba Kugghiù, la macchietta Fatte pittà, omaggerà il principe dei comici Totò e nel finale, con magica alchimia, mescolerà insieme Frank Sinatra, Roberto Murolo e Claudio Villa. Prosa, varietà, recital, musical…In una parola: Antonello Costa. Da non perdere!

sabato 20 aprile 2019

XV edizione dell'evento L’arte nell’Uovo di Pasqua al Reale Circolo Canottieri Tevere Remo 2019


Bianca Lami      Sergio Valente     Anna Fendi

di Rosalba Lupo
Grande successo per la XV edizione dell'evento L’arte nell’Uovo di Pasqua. IL Reale Circolo Canottieri Tevere Remo ha aperto i suoi prestigiosi saloni per ospitare questa iniziativa dedicata alla beneficenza.
L'evento è stato fortemente voluto dall'ideatore Sergio Valente il noto coiffeur romano, che con tenacia riunisce artisti di fama nazionale e internazionale per realizzare ogni anno L'Arte nell'Uovo di Pasqua, un appuntamento mondano molto atteso dedicato alla solidarietà.

Ogni anno grazie alla sensibilità di artisti, pittori, scultori e designer, vengono raccolte circa 40 opere che hanno come soggetto l’uovo liberamente interpretato e modellato secondo la sensibilità estetica degli artisti coinvolti.

Gabriella Carlucci     Enrica Bonaccorti
Tantissimi gli artisti che, esprimendo il proprio gesto di solidarietà, hanno deciso di collaborare alla riuscita di questa quindicesima edizione:

Accademia di Costume e Moda, Accademia Koefia, Artmare, Francesco Bruscia, Erika Calesini, Giuliano Cardellini, Gianmarco Chieregato, Natino Chirico, Ferdinando Codognotto, Giuliano d’Elia, Mirandolina Di Pietrantonio, Lello Esposito, Massimiliano Ferragina,
Tosca D'Aquino     Laura Pieralisi
Laura Pieralisi, Carlo Marchetti, Alessandra Fiordaliso, Gian Paolo Giannotti, Fabio Grassi, Nicola Guerraz, Nino Lettieri, Vita Malvaso, Andrea Paulicelli - Mama Design Lab, Massimiliano Mastronardi, Marco Mazzei, Massimo Melchiorri, Enrico Miglio, Monica Palermo, Daniele Papuli, Federico Paris, Sabrina Persechino, Adriano Radeglia, Eugenio Rattà, Tobia Ravà, Fabio Rotella, Elia Sabato, Chicca Savino, Talò Design di Anna Piazzolla,

Stefano Tonelli, Irene Veschi. Alla serata inaugurale ha partecipato la signora della moda internazionale Anna Fendi, ad introdurre la serata inaugurale è stata la giornalista della LA7 Cinzia Malvini.


Le opere esposte sono state battute all'asta da Fabio Massimo Bertolo della Casa d'Aste Finarte, affiancato dall’attrice Tosca D’Aquino, il ricavato è stato donato ad Emergenza Sorrisi, Ong di cui è presidente il Chirurgo Plastico e Maxillo-Facciale, Dr. Fabio Massimo Abenavoli. Emergenza Sorrisi negli ultimi 12 anni ha compiuto missioni chirurgiche nei paesi più poveri del mondo restituendo la speranza di un sorriso e di un futuro a oltre 4.900 bambini.
 Nei 23 Paesi dove è presente l’organizzazione nascere con una malformazione del volto significa prima di tutto emarginazione. I piccoli pazienti accompagnati dalle loro famiglie affrontano viaggi difficili per sottoporsi alle operazioni chirurgiche. Per questi bambini e per le loro famiglie iniziare a sorridere vuol dire avere la speranza di un futuro. Emergenza Sorrisi apre loro le porte di un mondo più sereno, assieme alla possibilità di ripartire da zero, di lasciarsi alle spalle il dolore: una vera e propria rinascita. Emergenza Sorrisi sostiene nei Paesi dove opera la creazione di Centri di Eccellenza, in cui i medici locali nel tempo sono diventati completamente autonomi e capaci di garantire ottimi standard qualitativi per le operazioni chirurgiche.
Mariapia Garavaglia   Anna Fendi  Sergio Valente 
Tutte le missioni prevedono, infatti, una intensa attività di formazione. In molti Paesi (Iraq, Afghanistan, Burkina Faso, Benin, Congo, Guinea, Somalia, Libia) Emergenza Sorrisi ha creato strutture specializzate di alto profilo all’interno degli ospedali che ospitano le missioni chirurgiche promosse dall’organizzazione. In totale i professionisti locali formati sono stati 580 per un totale di 4.000 ore erogate.


Stadio della Farnesina il 16 maggio la XVIII edizione di AmorVolley 2019

di Rosalba Lupo

Conferenza stampa al Palazzo delle Federazioni in Viale Tiziano per la presentazione della XVIII edizione di AmorVolley. Manifestazione fortemente voluta dalla figlia Chiara D'Arpino per continuare il lavoro del padre il Prof. Giorgio D'Arpino presidente della SS Lazio Pallavolo che ha creato, ideato questo evento AmorVolley.
Conferenza stampa che ha emozionato tutti i presenti nel ricordare Giorgio D'Arpino scomparso nel 2017, ma soprattutto la figlia Chiara D'Arpino emozionata, alla presenza delle varie istituzioni sia del Municipio che della Regione Lazio, ha presentato il programma 2019 di AmorVolley – Un bambino aiuta un bambino - tradizionale manifestazione riservata agli studenti delle scuole romane.
L'appuntamento sarà per il 16 Maggio allo Stadio della Farnesina insieme ai loro insegnanti centinaia di bambini che potranno cimentarsi e divertirsi per l'intera mattinata. Una vera e propria festa dello sport con l'obbiettivo di socializzare anche con i ragazzi disabili. Fra le novità più importanti l'istituzione del "Premio Giorgio D'Arpino: metti in campo la tua creatività".
Stefano Pantano

Chiusura della conferenza stampa con il ricordo della giornalista Anna Tina Mirra, un'altra novità sarà a breve l'intitolazione di una palestra al I Municipio dedicata proprio a Giorgio d'Arpino. Tra i tantissimi ospiti anche Gianni Rivera e Stefano Pantano.


mercoledì 17 aprile 2019

Elisabetta e Piero Villaggio presentano le T-shirt del Ragionier Fantozzi

 
Elisabetta Villaggio   Gaetano Pedullà   Nino Parenti   Piero Villaggio
di Rosalba Lupo
Conferenza stampa nella libreria Mondadori Bookstore di Piazza Cola di Rienzo a Roma, per la presentazione della T-shirt con la stampa di alcune leggendarie battute come
“è una cagata pazzesca” o “come è umano lei!”. Un omaggio a Paolo Villaggio questo indimenticabile artista, naturalmente c'erano i figli Elisabetta e Piero, ha moderato il dibattito il direttore del quotidiano “La Notizia” Gaetano Pedullà,
Marisa Stirpe      Cristiana Pedersoli     Federica Balestra
all'evento ha partecipato il regista Neri Parenti che lo ha diretto in tantissimi film della saga Fantozziana. Il regista Neri Parenti racconta qualche aneddoto, ma raccontare Paolo Villaggio dice che non basterebbe tutta la nottata in libreria,
Federica Balestra
i film di Villaggio sono un'icona del cinema italiano e sono ancora attuali, la saga inizia nel 1975 racconta qualche episodio e dice che più che fantascienza Paolo era un futurologo. Il figlio Piero Villaggio ricorda quanto il padre era pigro, sul palco si divertiva a fare scherzi,
Elisabetta  Villaggio
l'idea della T-shirt è stata di Elisabetta. Una creazione letteraria quella del ragionier Fantozzi da cui è nata una saga cinematografica di ampio e duraturo successo, tanto da elevare il personaggio a vera e propria maschera della commedia dell’arte.

Villaggio è l’inventore di una comicità inedita del cinema comico popolare, con la sua attività di attore, umorista e uomo di spettacolo ha coinvolto e continua a coinvolgere intere generazioni.
All'evento hanno partecipato tantissimi amici tra questi: Cristiana Pedersoli (figlia dell'attore Bud Spencer), Federica Balestra, Marisa Stirpe, il giornalista e conduttore televisivo Tiberio Timperi e tantissimi altri, ancora una volta tutti insieme tra fotografi, giornalisti per ricordare questo intramontabile attore Paolo Villaggio.