RENDEZ VOUS nasce cartaceo registrato il 27 luglio 2007 al Tribunale di Roma n. 350

venerdì 14 giugno 2024

SOTTO IL CIELO DELLA TOSCANA


 Rosalba Lupo

  Parliamo e proviamo a descrivervi uno dei Borghi più belli d’Italia, dal panorama mozzafiato, che vi emozionerà, per gli amanti della natura, del buon cibo, dove il turista viene accolto come un ospite, tutto questo e molto altro è Borgo Syrah un’oasi sospesa nel tempo tra le colline toscane dove arte, storia vino e gastronomia si incontrano.

Un luogo senza tempo per chi ama condividere uno stile di vita salutare che ruota intorno all’arte e alla bellezza. Quando si parla di lusso non ci si riferisce all’ostentazione ma a uno stile di vita che tende sempre più a coincidere, oltre che con l’amore per l’arte e per il bello, con un modello sano e sostenibile. Il Resort Borgo Syrah è tra le colline  dei Tenimenti D’Alessandro a Cortona,  l’evento dove abbiamo partecipato giornalisti e fotografi  si chiama“SOTTO IL CIELO DELLA TOSCANA” un’esperienza immersiva nella natura, nelle tradizioni, nel relax e nella cultura, sono stati coinvolti specialisti del lusso di vari settori: immobiliare, enogastronomico,artistico, imprenditoriale e manageriale. Importante l’incontro tra i diversi ospiti, tra questi Dario Castiglia, Presidente, CEO e fondatore di una delle più importanti reti di agenzie immobiliari nel mondo (RE/MAX Italia)  il tema è stato naturalmente il Luxury Life Style, delle sue nuove direzioni e della ricerca del benessere in tutte le sue forme. Interessanti sono state le testimonianze e le  riflessioni sulla direzione che sta prendendo il lusso nelle sue diverse definizioni  e dalle esperienze ad esso legate. Oltre a Dario Castiglia   hanno partecipato al dibattito:

l’imprenditore Giuseppe Calabresi (Proprietario del Resort Borgo Syrah e della Tenuta Tenimenti D’Alessandro), Ugo Farina (Broker owner di RE/MAX Gruppo Casa RE di Roma), l’attrice Valeria Fabrizi, il regista Gianfrancesco Lazotti, l’imprenditore Mattia Ferro (Titolare di un innovativo borgo open air nella costa Veneta), Simona Ruffino (Brand strategist eneurobrandspecialist che lavora da anni nelle neuroscienze applicate al marketing).

Ecco alcuni momenti della giornata: visita della Tenuta Tenimenti D’Alessandro e di Borgo Syrah e pranzo a cura dello chef Alessandro Esposito(con esperienza parigina di ristoranti stellati) presso l’osteria del borgo “Creta”. A seguire relax in piscina e visita a Cortona, aperitivo presso la Limonaia e cena con degustazione dei vini della cantina ed eccellenze del territorio sempre a cura dello chef dell’Osteria Creta.

Resort Borgo Syrah

Borgo Syrah è un elegante complesso residenziale situato sulle colline che circondano l’antica città di Cortona. Tutto ha inizio con storia come l’area più ricercata per le ville nobiliari dell’aristocrazia cortonese fin dalla metà del ‘700. L’idea è stata quella di stracciarne un comparto creando un piccolo villaggio per chi volesse condividere un modello di vita tra vino e arte, all’interno di residenze storiche accuratamente ristrutturate. Borgo Syrah, è lo splendido risultato di un lungo ed accurato lavoro di restauro che ha regalato nuova vita e splendore ad un gruppo di dimore contadine di fine ‘800 e inizio ‘900, nel rispetto del gusto toscano ma con un tocco di contemporaneità. Non è un caso che uno dei più grandi collezionisti di De Dominicis e Kabakov abbia scelto questo luogo come suo “buen retiro”. E sempre parlando di arte all’interno del borgo è presente un’installazione del noto artista Daniel Buren, la fontana “Marcher Sur L’Eau” del 2011 che è stata esposta anche alla Biennale di Venezia.Gli oltre 100 ettari di terreni oltre vigneti e uliveti ospitano un parco, l’area barbecue che assieme alla grande piscina a sfioro e alla vasta aerea di benessere e fitness trasformano il relax in un autentico benessere dell’anima.




Tenimenti d’Alessandro

La storia di Tenimenti D'Alessandro è intimamente legata a quella di Cortona e al suo risorgere come rinomata area produttrice di vino. Situata a Manzano, nel comune di Cortona (Arezzo), la tenuta si estende per circa 30 ettari di vigneti, gestiti secondo i principi della coltivazione biologica certificata dal 2016. Acquistata nel 1967 dalla famiglia D'Alessandro, alla fine degli anni ’80 si inaugura una fase d’intensa sperimentazione indirizzata, soprattutto, a identificare quei vitigni in grado di dare i migliori risultati qualitativi. Emerge, da subito, la straordinaria vocazione di questo territorio per il Syrah. Il grande vitigno del Rodano, ben adattandosi agli ambienti caldi, luminosi e asciutti e ai depositi sedimentari di origine pliocenica – argille, sabbie, limi – ha trovato qui il modo di esprimersi con una propria forte identità. Tutto ciò si concretizza nel 1992 con la prima annata del “Bosco”, un Syrah in purezza, che in poco tempo diventa il vino-simbolo dell’azienda e uno dei più apprezzati in Italia e nel mondo. Ben presto s’intuisce la potenzialità di adattamento e l’originalità anche di un’altra varietà del Rodano, il Viognier che, dal 1990, occupa uno spazio sempre più importante nei vigneti aziendali. Dal 2013 un nuovo corso: la famiglia Calabresi, già partner dei fratelli D’Alessandro subentrano nel 2007 alla guida dell’azienda.


domenica 9 giugno 2024

Il Produttore Discografico Gianni Testa festeggia il suo Compleanno

 


di Rosalba lupo

Compleanno spumeggiante con il giovane produttore discografico Gianni Testa che ha festeggiato i suoi 50anni  presso Joseba in via della Cava Aurelia,4. Gianni Testa è un giovane ma già noto produttore discografico italiano. 

La sua esperienza spazia dal grande teatro con Massimo Ranieri, passando dai programmi più importanti delle reti Rai, 

fino ad approdare alla direzione artistica ed alle commissioni dei più grandi festival e talent italiani, in primis Area Sanremo. 

Attualmente è il direttore artistico di Joseba Label e Joseba Publishing, diventate in poco tempo solide realtà musicali, producendo tantissimi giovani emergenti, nomi del calibro di H.E.R. (vincitrice di Musicultura e di Una voce per Amnesty International), 

Valeria Marini, Federico Fashion Style e molti altri artisti indipendenti. Collabora con Chiara Stroia (autrice di Ricky Martin, Annalisa, Carla Morrison), Andy dei Bluvertigo, Vittorio De Scalzi (leader dei New Trolls) ed attualmente è impegnato in qualità di Presidente di Commissione,nel nuovo format “Performer Italian Cup” che andrà in onda su Rai 2, ideato da Valentina Spampinato e condotto dalla stessa con Garrison Rochelle. Parallelamente, direttore artistico di Fuoriclasse Talent, dei patron Ivano Trau e Catiuscia SiddiGianni Testa ne ha fatta tanta di gavetta, la musica è sempre stata al centro della sua vita, partendo dalle sue partecipazioni a Castrocaro negli anni 90 ed al Cet di Mogol, passando come performer teatrale, approdando nelle trasmissioni di punta targate Rai come vocalist (I Raccomandati, I migliori anni, L’anno che verrà, ecc.), fino ad arrivare a far parte della ambita commissione di Area Sanremo, per ben due anni.

 Tantissimi ospiti, amici del mondo dello spettacolo hanno varcato le scalette della casa discografica per festeggiare Gianni, tutti intorno alla torta, tanta musica e brindisi con tante bollicine. Hanno partecipato Fioretta Mari, Nathaly Caldonazzo, Massimiliano Varrese,Teresa De Sio, Alessandro Greco, Silvia Salemi, Antonella Salvucci e tantissimi altri.

Serata Evento di Cinema con Benny Green

 

 

di Rosalba Lupo

 Appuntamento curioso per una serata Evento, imperdibile. L' Evento si è svolto in un ristorante di Ponte Milvio dove imperversa tutte le sere la movida romana il nome del ristorante è molto accattivante “Opera Prima”

Una serata dedicata al cinema, un’occasione per presentare il documentario su Benny Green, star del sesso, in questo documentario racconterà la sua vita trasgressiva e come è approdata ai film Hard. 

Tantissimi i giornalisti e fotografi ad attendere la porno Star, arriva in abito bianco, tacco alto, seducente, sguardo malizioso si lascia fotografare con i suoi ospiti, l’attore siciliano 

Tony Sperandeo, Nadia Rinaldi, Elena Russo, Matteo Branciamore, Antonella Elia, Pietro Delle Piane,  Federico Nelli, Cristiana Vaccaro, Federico Tocci, Andrea Preti, Elda Alvigni, Emilio Franchini, Tony D’Angelo, Diego Tavani e 

tanti altri. Benedetta D’Anna, in arte Benny Green si racconta come da ex impiegata di Banca dove aveva subito vessazioni dai colleghi di lavoro, racconta i problemi psicologici con la madre, poi è arrivata l’Abulimia, l’Anoressia, un percorso doloroso che la porta a una forma di trasgressione e a una passione  per l’arte erotica, ecco l’idea di fare un documentario verità, la sua rinascita della sua libertà personale, il suo amore per i figli, per gli animali, per la natura. Benny Green, oggi vuole sdoganare il suo cliché di porno Star e intraprendere una nuova carriera in veste di attrice.

Anche la scelta del locale per la presentazione non è casuale infatti il ristorante “Opera Prima” è di proprietà dell’attore Emilio Franchini che ha portato a Ponte Milvio un angolo di cinema, infatti sui tavoli sono riprodotte scene dei celeberrimi film nazionali e internazionale e nell’aria si respira l’odore della celluloide anche grazie alla presenza, quasi tutte le sere, di personaggi del mondo del cinema e dell’arte.

venerdì 24 maggio 2024

DERBY DAY a Capannelle 2024

di Rosalba Lupo

Da pochi giorni che si è abbassato il sipario sul più coinvolgente a affascinante pieno di storia del Galoppo Italiano: il Derby è il master di tutte le corse, con 141 anni di storia, l’Ippodromo Capannelle è stato il protagonista, con uno scenario unico. Il Derby è la corsa che arriva solo una volta nella carriera di un cavallo, a tre anni e poi mai più. Ecco spiegata forse la ragione del suo più autentico fascino: 140 interminabili e struggenti secondi nei quali è messo in palio non solo un nome nell’albo d’oro ma anche un posto nella storia.

Il Derby Italiano di Galoppo è l’essenza di questa disciplina, uno spettacolo ammaliante che riunisce e affascina decine di migliaia di spettatori all’Ippodromo Capannelle nella giornata più importante dell’anno. Un’occasione unica per vedere i migliori cavalli affrontarsi nel momento decisivo della stagione. 

Il 141° Derby Italiano del Galoppo, il momento più importante del DERBY DAY, un ricco pomeriggio di corse  con il PREMIO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA – UNIVERSITA’ CAMPUS BIO-MEDICO di ROMAgruppo III per gli anziani di 4 anni e oltre sui 1800, oltre naturalmente al DERBY ITALIANO DEL GALOPPO, gruppo II per cavalli di 3 anni sui 2200 metri. Poi abbiamo assistito al PREMIO CARLO D’ALESSIO, riservato agli anziani sulla distanza classica dei 2400 metri, il PREMIO TUDINI, per cavalli di 3 anni e oltre sulla distanza di 1200 metri.

Il PREMIO ALESSANDRO PERRONE, con le femmine di due anni protagoniste sui 1100 metri, e il PREMIO MAURO SBARIGIA, per i tre anni sul miglio.  A  ci sono state  altre tre corse: il tradizionale PREMIO EDMONDO BOTTI, pregevole HP per anziani sui 2400, il PREMIO SERGIO ARNALDIhandicap per anziani sui 2400 metri aperto a gentlemen e amazzoni, e l’attesissimo PREMIO FEGENTRI LADY RIDERS, per le sole amazzoni. 

Quest’anno il Derby Italiano di Galoppo farà parte del “Palio delle Regioni 2024-2025, circuito ippico su ventuno tappe in tutto il territorio nazionale che ha l’obiettivo di promuovere la cultura ippica, fondata su storia, tradizioni e arte. Ma anche di promuovere l’enogastronomia legata al Made in Italy, il benessere animale, la parità di genere, lo spettacolo e l’intrattenimento generati dalla particolare alchimia del rapporto uomo-cavallo e dalle competizioni sportive ippiche ed equestri. Il “Palio delle Regioni 2024-2025 come main sponsor “Frecciarossa”.Oltre ad accendere i riflettori dell’ippica nazionale e internazionale sull’Ippodromo Capannelle, il Derby Day è anche storicamente un evento sportivo e mondano di grande tradizione. Madrina della manifestazione l’attrice, ex-modella e cantante Roberta Giarrusso. Tantissimi gli spettacoli organizzati per questo evento dal Tour aperto al pubblico con Carrozze d’epoca, Lancieri di Montebello e della Fanfara della Polizia di Stato, Mostra fotografica vincitori Derby, Esibizione dell’8° Reggimento Lancieri di Montebello ad accompagnare la sfilata solenne dei cavalli partecipanti al Derby, Sfilata di abiti realizzati dal laboratorio sartoriale progetto “Nero Luce”. 

Ma il clou della giornata è stato il Concorso di Eleganza che si è svolto all’interno del giardino Ospitalità con musica dal vivo, la sfilata ha visto protagonista “ Il Cappello” da sempre considerato segno di eleganza e raffinatezza in queste grandi occasioni, è stata premiata la donna considerata più chic, più glamour da una giuria scelta ad hoc per l’occasione. Il Premio è andato al Cappello più Elegante e al Cappello più Stravagante.

lunedì 13 maggio 2024

91° CSIO di Piazza di Siena – Master d’Inzeo dal 22 al 26 maggio

 



di Rosalba Lupo

 

il 91° CSIO di Piazza di Siena – Master d’Inzeo, l’evento più glamour, più importante della stagione si svolgerà dal 22 al 26 maggio. La conferenza stampa si è svolta come da tradizione nell’Ovale di  Villa Borghese per la presentazione dell’edizione 2024, presenti all’incontro il Ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi , 


Presidente di Sport e Salute, Marco Mezzaroma, il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, Presidente della FISE, Marco Di Paola durante la conferenza stampa di presentazione del Concorso Ippico Internazionale  Di Paola ha aggiunto che il Concorso è diventato un evento invidiato e ammirato, ciò dimostra come si possa svolgere un appuntamento così importante all’interno di una location così bella e come i nostri beni ambientali possano essere utilizzati con educazione per fare sport. Nella Coppa delle Nazioni avremo rappresentanti dall’Australia e dal Medio Oriente, dal Nord e dal Centro America; nella competizione individuale, invece, saranno 17 le nazioni rappresentate, con quattro dei primi 10 cavalieri al mondo.  



Un evento che ci permetterà anche di promuovere la filiera di sport equestri giovanili: abbiamo raddoppiato l’evento dell’Ovale di Villa Borghese con quello al Galoppatoio, per offrire una visione completa del cavallo, che solo in Italia è riconosciuto come atleta all’interno dell’ordinamento giuridico”. L’Ovale di Villa Borghese, di color verde splendente, non può che richiamare un altro verde famosissimo nel mondo dello sport, quello dell’All England Club. “Piazza di Siena è un po' la Wimbledon degli sport equestri, per bellezza, complessità e per la presenza di tantissimi atleti , le parole dell'Assessore allo sport del Comune di Roma Alessandro Onorato, è l'emblema di come la collaborazione di tutti porti a godere di un bene che fino a poco tempo fa non era come lo vediamo oggi. E gli interventi continueranno”. 



Grazie a Roma Capitale, ma grazie anche alla Regione Lazio, come assicurato dall’Assessore al Turismo, Ambiente e Sport, Elena Palazzo: “Con il contributo delle istituzioni stiamo iniziando a fare un lavoro di squadra, e non è una cosa scontata. Ma mi piace sottolineare la bellezza di tutto questo: un evento a impatto zero, che ha la caratteristica di calarsi nel massimo rispetto di un luogo iconico come Villa Borghese”.  Piazza di Siena sarà anche “un modello di sostenibilità sportiva”, come sottolineato il Sottosegretario per l'Ambiente e la sicurezza energetica, Claudio Barbaro, ma anche l’occasione per lanciare - tra gli altri - un progetto tra la FISE e Ministero dell'agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste per il recupero dei cavalli a fine carriera, come annunciato Direttore generale della Direzione generale per l'ippica del MASAF Remo Chiodi. Perché nessuno resti indietro. L’edizione 2024 metterà in palio un montepremi record, per un totale di 1.006.400 euro nelle dieci categorie internazionali inserite nelle quattro giornate di gara alle quali parteciperanno 82 amazzoni e cavalieri. tra i quali quattro Top 10 e altri undici Top 30 del ranking mondiale. Diciassette le nazioni rappresentate: dieci al via nella storica e prestigiosa Coppa delle Nazioni Intesa Sanpaolo di venerdì 24 (Australia, Austria, Belgio, Emirati Arabi Uniti, Germania, Irlanda, Messico, Stati Uniti d’America, Svezia e naturalmente Italia), e altre sette con rappresentanti a titolo individuale nelle altre gare (Brasile, Danimarca, Francia, Gran Bretagna, Olanda, Norvegia e Svizzera). Il cittì Marco Porro ha già comunicato i cinque azzurri tra i quali saranno scelti i quattro che rappresenteranno l’Italia nella Coppa delle Nazioni Intesa Sanpaolo: Emanuele Camilli, Carabiniere Giacomo Casadei, 1° aviere scelto Lorenzo De Luca, 1° graduato Giulia Martinengo Marquet, 1° aviere scelto Luca Marziani.Tra amazzoni e cavalieri, sono in tutto ventisette gli azzurri.

TRIS di Cuori al Teatro Golden

 



di Rosalba Lupo

Sul palco del Teatro Golden di Roma, fino al 19 maggio una commedia esilarante “ TRIS di Cuori “ scritto e diretto da Toni Fornari. Una serie tv statunitense di molto successo. Una commedia divertente,brillante, un tris di attori bravissimi, un simpatico siparietto interpretato da un cast costituito da Simone Montedoro, Paola Barale, Mauro Conte ed Ilaria Canalini, una squadra formatasi di recente, fin da ora molto affiatata, che dà vita ad una serie di vicende fatte di emozioni e di presa di coscienza di quanto questa vita moderna sia fatta, purtroppo, anche di amarezze sentimentali che sfociano molto spesso in divorzi dalle tragiche conseguenze.

Tradimenti, speranze, colpi di scena continui che hanno per protagonisti una scrittrice di romanzi rosa combattuta tra due amori ( Maria Teresa interpretata da una brava Paola Barale ), da uno scialbo insegnante di matematica ( Giorgio, cioè Simone Montedoro ) e da un ambizioso musicista ( Danny, interpretato da Mauro Conte ) oltre che da Sara, una donna in carriera interpretata da Ilaria Canalini.

Maria Teresa è una scontenta che si divide in maniera ridicola tra Giorgio e Danny ( metà settimana con uno e l’altra metà con l’altro, senza mai riuscire a determinarsi ) in un instabile equilibrio dal quale l’amica Sara, editrice, la consiglia di uscire attraverso l’interposizione di un “ terzo incomodo “;  una situazione portata in palcoscenico in maniera egregia per evidenziare quelle sfumature dell’amore.

Conferenza stampa al Foro Italico con Jannik Sinner

 


di Rosalba Lupo

Conferenza stampa al Foro Italico di Roma, giornata caldissima come la Città Eterna sa regalare, puntuale come un orologio svizzero arriva di Jannik Sinner accompagnato dal presidente della Federazione Italiana Tennis e Padel Angelo Binaghi.  

Tantissimi giornalisti e fotografi che hanno partecipato all’incontro.  L'azzurro, numero 2 del mondo ha risposto così alle domande del giornalisti: "Al Roland Garros giocherò solo se sono al 100%, se c'è mezzo dubbio dobbiamo vedere".  Sono sicuro di non aver sbagliato, né a Madrid né prima"Alcuni infortuni si possono prevenire, alcuni no - ha detto -. Finora abbiamo fatto un grande lavoro, l'anno scorso ho giocato una stagione intera senza infortuni e anche in questa stagione fino ad ora. A Monte-Carlo il corpo ha risposto bene, anche se ero un po' stanco. A me piace giocare sempre, ero il primo a dire 'proviamo a giocare anche qui a Roma'. Non la vedo come una sconfitta, ecco". Sinner non ha voluto entrare nei dettagli dell'infortunio. Ha spiegato che il riposo è importante, che dopo Monte-Carlo non ho toccato racchetta per cinque giorni e si è sentito bene. A Madrid, invece, "c'erano giorni in cui ho sentito più dolore e altri dove andava meglio - ha detto -. Con Kotov ho sentito abbastanza dolore, con Kachanov il giorno prima della partita andava di nuovo meglio. Sapevo comunque che c'era qualcosa che non andava". 

Il giorno dopo la vittoria contro Khachanov "abbiamo fatto una risonanza e abbiamo visto che c'era qualcosa non a posto al 100%. Sono tornato a Monaco, abbiamo fatto altri esami che mi hanno fatto prendere questa decisione non semplice perché devo saltare il torneo per me più speciale dell'anno. Devo accettarlo anche se fa male a me e a tanti tifosi". "Ora avrò un periodo senza giocare - ha aggiunto -, dobbiamo vedere dalla prossima settimana in poi come lavorare. La preparazione per il Roland Garros chiaramente non sarà ottimale, daremo il massimo per arrivare lì nelle migliori condizioni possibili per competere ma giocare lo Slam senza partite a Roma non è semplice".In un primo momento, ha ammesso, Jannik e il suo team hanno pensato che "non fosse un problema così grave, invece con la risonanza abbiamo visto che c'è qualcosa che non va al 100%. Abbiamo comunque tutto sotto controllo. Se non dovesse essere curato al 100%, mi fermo un altro po'. Curare il corpo è molto più importante di tutto il resto. Comunque se dovessi tornare indietro non saprei cosa fare meglio o in modo diverso. Speriamo di recuperare il prima possibile e tornare più forte di prima".Al termine della conferenza, Sinner ha ricevuto il Premio Atleta dell’Anno assegnato dall'Associazione della Stampa Estera che dal 1991 ogni anno celebra i migliori atleti delle Federazioni Italiane in diverse categorie sportive.I corrispondenti della Stampa Estera hanno votato Sinner come atleta italiano del 2023 sottolineando come sia stato il primo italiano in finale alle Nitto ATP Finals e il trascinatore dell’Italia in Coppa Davis. Nel 2023, inoltre, Sinner "ha vinto il suo primo Masters 1000 scrivendo un pezzo di storia del tennis italiano e ha raggiunto il best ranking ATP al n°4. A lui va anche il merito di aver conquistato 61 successi in stagione, e di aver battuto Djokovic, Rune, Alcaraz e Medvedev" si legge nella motivazione.

lunedì 29 aprile 2024

IL TEATRO QUIRINO presenta A SPASSO CON DAISY

di Rosalba  Lupo 

Il Teatro Quirino presenta una grande commedia, già famosa al cinema “ A SPASSO CON DAISY” dal 30 aprile al 5 maggio.

Grande trionfo in tutta Italia per lo spettacolo teatrale A spasso con Daisy, già Premio Pulitzer e film da quattro Oscar. A dar vita alla protagonista la straordinaria attrice e bravissima Milena Vukotic in una storia delicata e divertente, capace di raccontare con umorismo un tema complesso come quello del razzismo nell’America del dopoguerra.



La storia dell’anziana signora Daisy e del suo autista di colore è da sempre un successo. Scritta da Alfred Uhry, ha vinto il Premio Pulitzer per la


Drammaturgia nel 1988. L’anno successivo l’adattamento cinematografico con Morgan Freeman e Jessica Tandy si è aggiudicato quattro Oscar (Miglior film, attrice protagonista, sceneggiatura non originale e trucco) e molti altri premi. Ora “A spasso con Daisy” è uno spettacolo teatrale adattato da Mario Scaletta e messo in scena da Guglielmo Ferro ed elegantemente interpretato da Milena Vukotic, Salvatore Marino e Maximilian Nisi.

Daisy, Milena Vukotic, anziana maestra in pensione, è una ricca signora ebrea che vuole apparire povera; una donna dal piglio forte: ironica, diretta, scontrosa, capricciosa, avara. E’ vitale e indipendente nonostante l’età ed è assolutamente maldisposta verso la decisione presa dal figlio Boolie, Maximilian Nisi (nel tentativo di arginare la rischiosa smania d’indipendenza della madre) di assumerle un autista. Daisy non vuole in casa qualcuno che tocchi le sue cose, che la privi del gusto di guidare, che la faccia vedere in giro accompagnata da uno chauffeur come fosse una donna ricca. Per fortuna Hoke, Salvatore Marino, l’autista di colore affezionato e analfabeta, è paziente e capace di sopportare tutte le stranezze della vecchia signora e di rimanere dignitosamente in disparte. Poi, giorno dopo giorno, la diffidenza iniziale lascia il posto a un rapporto fatto di battibecchi e battute pungenti che cela in realtà un affetto profondo. In fondo “A spasso con Daisy” non è che questo: la storia di un’amicizia profonda nata nonostante i pregiudizi e le classi sociali sempre giocando sull’ironia e i toni della commedia.

Adattamento leggero e pungente, regia pulita ed efficace, interpretazione magistrale che grazie a trovate semplici ma particolari confezioneranno una commedia leggera piena di ironia di grazia e respiro. Emozionarsi non è stato mai cosi divertente.

venerdì 26 aprile 2024

Teatro Manzoni presenta DONNACCE

 


Di Rosalba Lupo

Al Teatro Manzoni fino al 12 Maggio in scena una commedia brillante dal titolo “DONNACCE”. Applausi a scena aperta per questa pièce irriverente dalle battute fulminanti, ricca di suspense e umanità. Scritta dall’autore Gianni Clementi, e vedrà sul palco Fioretta Mari, Blas Roca Rey e Patrizia Pellegrino, per la regia di Luca Pizzurro. 

 

Tullia, detta Sofia Loren, e Tindara, detta Occhibeddi sono due signore di mezza età, che hanno dedicato gran parte della loro vita alla pratica della professione più antica del mondo. Convivono in un appartamento della periferia romana e la crisi ormai si fa sentire anche per loro. Il mercato è inflazionato da rampanti ragazze dell’est, procaci sudamericane e richiestissimi trans brasiliani ed è per loro arrivato il tempo di andare in pensione a partire da una meritata vacanza in una località esotica.

È tarda sera. Tullia e Tindara stanno mettendo le ultime cose in valigia in attesa del taxi per l’aeroporto, quando sul balconcino dell’appartamento piomba un uomo, seminudo e decisamente su di giri, che si è calato dall’appartamento sovrastante. Il misterioso personaggio promette alle due donne una grossa cifra di danaro in cambio del loro aiuto. Da lì tutto cambierà in modo inaspettato e definitivo. Assolutamente da non perdere con un risvolto drammatico poliziesco, chi tanto vuole nulla ottiene. Bravissimi!

 


Il testo di Gianni Clementi – spiega il regista Luca Pizzurro - offre a chi lavora sulle emozioni, come me, la possibilità di scandagliare l’animo umano in tutte le sue contraddizioni. I personaggi – continua - appartengono a due mondi molto distanti, ma non per questo non convergenti. Tullia e Tindara sono creature semplici, che hanno imparato a cavarsela sempre da sole, con i pochi mezzi che la vita ha offerto loro. Eppure, o forse per questo, hanno imparato ad apprezzare anche le piccole cose. L’antagonista di questa storia è invece un uomo di cui sappiamo poco o niente, molto benestante, che indossa capi firmati, con molti scheletri nell’armadio. Nell’incontro tra questi due mondi si crea un cortocircuito, che porta i personaggi a scontrarsi, confrontarsi, fidarsi e tradirsi, come in una danza, nella quale vittime e carnefici alternano i loro ruoli. La grande comicità del testo non è mai sopra le righe. La risata scaturisce spontaneamente, senza forzature. E sembra ricordarci, ancora una volta, che non esiste comicità senza una buona dose di verità”.

 

giornaliste

 

Animundi e Zoomarine e la festa del Cartone Animato doppiato in LIS con le guest voice ed il loro piccoli

 


 di Rosalba Lupo

Una giornata al Parco Zoomarine davvero unica un  tu per tu inclusivo con la Natura e gli animali del mare.  Il Parco Acquatico di divertimento, educazione ambientale, divulgazione scientifica e ricerca sito in Via Romagnoli a Torvajanica nel comune di Pomezia (RM), ha aperto le porte per una giornata da trascorrere assieme ai personaggi del cartone animato prodotto da Animundi, in collaborazione con Rai Kids ed il sostegno del Ministero della Cultura, dal titolo Lampadino e Caramella nel Magiregno degli Zampa, la fortunata serie di animazione in onda su Rai YoyoRaiplay Rai Radio Kids fruibile da tutti i bambini, anche con deficit sensoriali (ciechi, sordi, autistici). 

Accolti dal padrone di casa - il direttore del parco Alex Mata, guest voice in una puntata della nuova stagione del cartone – assieme ai produttori Raffale Bortone ed Andrea Martini, erano presenti tanti volti noti con i loro bambini tra coloro che hanno offerto la loro voce per doppiare un personaggio animato.


Ecco arrivare Giuseppe Zeno con la moglie Margaret Madè, protagonista di numerose serie TV Rai, tra le quali Mina Settembre e Bianca  e voce narrante di tutta la serie animata. E, poi, la campionessa Ilaria Galbusera, capitana della Nazionale Italiana Pallavolo Sorde, con cui ha vinto ben sei medaglie intercontinentali (tra cui mondiali ed europei), l’attrice Francesca Ceci impegnata in teatro con Pablo e Pedro, Angelo Madonia, campione mondiale di danza sportiva e maestro di ballo nel programma Ballando con le StelleMetis Di Meo, attrice e conduttrice tv di Italia on the Road il format televisivo originale in onda su Raiplay. 

 

La prima tappa dell'evento - coordinato da Roberta Lepori - si è tenuta presso la grande sala cinema in 4D per l’incontro con proiezioni moderato da Emilio Sturla Furnò, press agent di Animundi, autore e conduttore radiofonico assieme al marito Stefano del programma Wedding Room su RID 96.8. Dalle poltroncine rosse arrivano gli applausi di Rossella Erra, ambasciatrice del popolo nel programma Ballando con le Stelle e opinionista televisiva nel programma La Volta Buona su Rai Uno, Caterina Milicchio, attualmente impegnata in teatro nel cast di Fiori d’Acciaio e Moreno Porcu ballerino e maestro di Ballando con le Stelle Emozionati - dopo la performance di Argentina Cirillo, che ha interpretato e tradotto in LIS il brano La noia di Angelina Mango – i giornalisti tv Senio BoniniMariella AnzianoDorotea GambardellaNadia AleseMenzione speciale al maestro Alfredo Sirica, autore della colonna sonora della serie. “Il sodalizio con la produzione Animundi” – ha spiegato Alex Mata - “è nato lo scorso anno quando, assieme ai produttori Raffaele Bortone ed Andrea Martini, abbiamo immaginato una puntata della serie a cartone animato dedicata all’acqua e ai suoi giochi alla quale ho partecipato in qualità di doppiatore di un simpatico personaggio creato appositamente per me, pensando alle attività svolte a Zoomarine per l’abbattimento di tutte barriere”. 

Nato nel 2019, Lampadino e Caramella nel Magiregno degli Zampa è il primo ed unico cartone animato inclusivo al mondo doppiato anche in LIS. Basato su un'idea della casa editrice Puntidivista, è un prodotto audiovisivo per i più piccoli che ha suggestionato, per l’alto valore sociale e pedagogico, numerosi volti noti provenienti dal mondo di Cultura, Televisione, Spettacolo, Imprenditoria che hanno deciso di donare la voce doppiando personaggi delle tre serie appositamente creati per loro. Giunto alla sua terza stagione, il cartone animato ha ricevuto importanti riconoscimenti da UNICEF e MOIGE

“Oggi presentiamo” – hanno detto i produttori della serie – “una speciale proiezione che racconta la storia del nostro cartone animato approfondendo sulle sue particolarità, sui principi che sposa e che continua a portare avanti nelle varie stagioni. Abbiamo preparato, altresì, alcuni trailer tra cui il backstage della puntata Colpo vincente della nuova stagione alla quale ha offerto la voce per il delfino Axel lo stesso Alex Mata”. Realizzato con la tecnica del Cartoon Able, codificata da Animundi, il prodotto prevede l’utilizzo di codici comunicativi inediti per il mondo dell’animazione: traduzione simultanea dei dialoghi nella Lingua dei Segni Italiana (LIS), colori, forme, parole, musiche e rumori calibrati con cura, grafica mai invasiva e ritmo di animazione delicato. DCMP (Described and Captioned Media Program - Organizzazione sostenuta dal Dipartimento dell’Educazione americano) ha recentemente selezionato il lavoro di Animundi per essere tradotto in ASL (American Sign Language) e diffuso negli Stati Uniti. “La collaborazione tra Animundi e Zoomarine” – hanno precisato i produttori –prevede un ricco calendario di attività, incontri e sorprese”. Dopo la pausa brunch - offerto agli invitati dallo Staff di Zoomarine – il programma per gli ospiti è proseguito presso l’Isola dei Delfini con lo spettacolo di questi meravigliosi mammiferi del mare e la consegna alle guest voice presenti dei riconoscimenti Lampadino e Caramella Friends Awards ideati dalla Produzione Animundi. Di seguito, lo spettacolo nella Foresta dei Pappagalli con gli uccelli tropicali. In anteprima per gli invitati all’evento, il parco ha presenta il nuovo show dal titolo Perché comunicare lascia il segno che è inserito nel calendario eventi del mese di maggio per tanti studenti in gita (ogni anno oltre 30.000 presenze) a cui segue il Laboratorio LIS per i piccoli. Nel programma della giornata, anche visite per gli ospiti alle aree zoologiche con gli spettacoli delle foche e leoni marini nella Baia dei Pinnipedi, dei cani nella Piana degli Amici a Quattro Zampe e dei tuffatori.  

 

L’happening è stato occasione per annunciare anche l’arrivo del nuovo sito internet Il Magimondo Migliore (www.ilmagimondomigliore.it). Una piattaforma dove far confluire conoscenze, novità e approfondimenti di molteplici attività e discipline in modo da poter contribuire, anche fattivamente, al superamento di alcuni condizionamenti per un mondo…davvero migliore. Attraverso gli interpreti LIS di Crei - Cooperativa Sociale di Interpretariato, ricerca e formazione LIS, con cui ANIMUNDI collabora costantemente, l’incontro viene reso accessibile al mondo delle persone sorde. “Il nostro impegno per il sociale” – ha ricordato Alex Mata – “passa anche per un progetto realizzato grazie alla collaborazione con Animundi per consentire ai giovani di avvicinarsi alla LIS. Assieme ai produttori abbiamo ideato per i più piccoli uno show interattivo con le mascotte del cartone animato al fine di insegnare e riprodurre i primi segni LIS. Ogni scuola in gita nel mese di maggio 2024 riceverà inoltre in dono il gioco inclusivo del cartone animato Il gioco di Lampadino e Caramella realizzato da Creativamente”.

 L’evento è stato anche opportunità di lanciare, oltre al calendario eventi, anche il nuovo gilet sensoriale per i sordi, una tecnologia particolarmente adatta per le persone sorde con o senza apparecchio acustico, che permetterà loro di vivere ogni genere di esperienza, dai percorsi educativi agli eventi con inclusa la musica. Il gilet trasferisce le basse frequenze direttamente al corpo, sotto forma di vibrazioni, e fornisce una dimensione fisica dell’audio a chi lo indossa. È un servizio offerto gratuitamente da Zoomarine che mette a disposizione i gilet sensoriali per i sordi, previa prenotazione.   Le aree zoologiche del parco – oltre quattro ettari - sono inserite in un contesto paesaggistico di rilevante pregio grazie alla scelta di piante tipiche della macchia mediterranea ed alla massiccia piantumazione di alberi ed arbusti. Tutte le specie animali del Parco (più di quattrocento tra delfini, foche e leoni marini, uccelli tropicali e acquatici, lemuri, testuggini giganti, pinguini, alpaca, petauri e cani) sono nate in ambiente controllato a Zoomarine o in altri Parchi; perciò nessun esemplare è stato prelevato dal suo ambiente naturale. “La nostra missione” – hanno detto in chiusura gli organizzatori – “è quella di abbattere ogni barriera per un mondo migliore, senza discriminazioni, votato all’accoglienza e sempre più inclusivo”.