RENDEZ VOUS nasce cartaceo registrato il 27 luglio 2007 al Tribunale di Roma n. 350

venerdì 24 giugno 2022

GRANDE SUCCESSO PER IL PROGETTO LE RADICI DEL GUSTO

 


di Rosalba Lupo

E’ stato presentato a Roma, presso il Rooftop Zaffìro dell’Hotel Barberini, il Progetto Le Radici del Gusto – Arte ed enogastronomia del Lazio. Madrina della serata, è stata l’attrice e conduttrice Denny Mendez. Presenti anche alcuni volti dello spettacolo tra cui l’attrice Blu Yoshimi, l’attore Stefano Skalkotos e il musicista e compositore Matteo Buzzanca. 

Ideato dall’Associazione culturale Officine d’Arte Out Out, presieduta da Claudio Miani, e realizzato con il contributo di Regione Lazio e ARSIAL (Agenzia Regionale per lo sviluppo l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio), e con il Patrocinio e il contributo dei Comuni: Carpineto Romano, Castelnuovo di Porto, Castel San Pietro Romano, Cave, Formello, Genazzano, Olevano Romano, Palestrina, Segni, Valmontone. Le Radici del Gusto è un progetto culturale che mira a raccontare la tradizione della cultura enogastronomica e artistica del Lazio. Attraverso la pianificazione di un percorso pluriennale, che partirà da Roma per espandersi poi nelle altre province, il progetto presenterà la vita del territorio con un viaggio tra i suoi differenti sapori ed uno sguardo capillare al suo variegato panorama artistico, dalla pittura alla scultura, dall’architettura all’artigianato.

Le Radici del Gusto ha dunque l’obiettivo di ridisegnare il concetto di promozione turistica in quest’era post pandemica, sviluppando un concept nuovo, pienamente al passo con l’attuale evoluzione della comunicazione, ma finalizzato alla (ri)scoperta della memoria e delle tradizioni del Lazio. Con una serie di prodotti audiovisivi, fruibili su un canale multimediale dedicato e la realizzazione di un ricettario di pregio arricchito dalla tradizione artistica del territorio, il progetto intende offrire un percorso tra le varie sfumature culturali del territorio, trattando da una parte ricette storiche e secolari, spiegate e realizzate da famiglie locali, dall’altra attività artistiche e artigianali che hanno saputo distinguersi nel loro specifico settore. Una narrazione visiva delle eccellenze della Regione Lazio, quindi, presentata da una prospettiva insolita ed originale.

L’aperitivo di presentazione è stato curato dal ristorante romano STRACCO e all’evento presenti anche due corner di degustazione: uno offerto dall’Azienda vinicola Colle Picchioni, l’altro dall’Azienda agricola biologica Grotta Campanile.



IL QUIRINO IN GALLERIA IN SCENA ERMINIO SINNI IN CONCERTO

 di Rosalba Lupo

Anche per il 2022 il Teatro Quirino ripropone in Galleria Sciarra, il meraviglioso gioiello liberty di Roma, la kermesse di spettacolo dal vivo e di buon cibo, con il patrocinio dell’ANAC e del Comune di Roma Assessorato alla Cultura. Quest’anno il cartellone sarà arricchito da incontri sul tema della tutela dei diritti dei rifugiati, dei profughi di tutte le guerre e dei popoli sottomessi da regimi totalitari. Interverranno giornalisti, intellettuali, studiosi e protagonisti del dibattito civile. Tutti gli appuntamenti di spettacolo sono abbinati alla proposta gastronomica del nostro bistrot. Angolo Sciarra firmata dallo chef Massimo Borrutzu.

sabato 25 giugno ore 20

ERMINIO SINNI IN CONCERTO

con Gianluca Capitani (percussioni), Marcello Domenichini (chitarre e tastiere) ed Erminio Sinni (pianoforte e voce)

 

 Il concerto ripercorre il repertorio di Erminio Sinni che va dal suo primo cd Ossigeno uscito nel 1993 e prodotto da Riccardo Cocciante, passando per l’album registrato in Argentina dal titolo 11.167 km, a ES lavoro uscito nel 2012 con le partecipazioni di Xavier Girotto e Flavio Boltro, e per finire le cover cantate nella trasmissione THE VOICE SENIOR che hanno permesso la vittoria di Sinni del programma di RAI 1.

  PROSSIMI APPUNTAMENTI

2 luglio METTI UNA SERA… AL CINEMA i grandi compositori della musica da film concerto-spettacolo con il CineTrio: Eduardo Campadello (violino), Roberto Boarini (violoncello), Alessandro Panatteri (pianoforte e direzione) e con Sina Sebastiani e Michele Enrico Montesano. Regia di Paolo Vanacore

9 luglio 80 NOSTALGIA DI CALIFANO concerto con Gianfranco Butinar (voce), Stefano Scartocci (pianoforte), Eric Daniel (sax e flauto), Giandomenico Anellino (chitarra)

3 settembre FRANCESCO CENTARRÌ QUINTET concerto con Riccardo Grosso (contrabbasso), Alessandro Borgia (batteria), Maurizio Diara (chitarra), Vincenzo Indovino (pianoforte) e Francesco Centarrì (voce)

10 settembre JANNACCI & DINTORNI concerto e prosa con Max Paiella, Simone Colombari e Flavio Cangialosi

17 settembre  “ARIA” DI GALLERIA concerto lirico di Roma Opera Campus con Francesca Salvatorelli (soprano), Matteo Mezzaro (tenore), Mirco Roverelli (pianoforte)

24 settembre PIANOBOOK POUR MIA concerto con Massimiliano Pace (pianoforte) e Giovanna Famulari (violoncello)

1 ottobre JUMPIN’ UP concerto swing con Tony Marino (voce) Giuseppe Montalbano (chitarra) Peppe Falzone (batteria) Andrea Di Fiore (contrabbasso) Carmelo Sacco (sax tenore) Michele Mazzola (sax baritono) Nicola Genualdi (tromba) Giuseppe Vasapolli (pianoforte)

MILONGA LIBERTY venerdì 10-17-24 giugno, 1-8 luglio, 2-9-16-23-30 settembre, dalle ore 21

l’atmosfera magica e suggestiva della Galleria sarà esaltata e valorizzata da esibizioni di Tango eseguite da maestri qualificati.

VISITE GUIDATE

Ogni venerdì sera dalle 21.00 alle 24.00 e ogni giorno di spettacolo a partire dalle ore 11.30 di tutto il periodo di svolgimento della Kermesse, il pubblico di turisti e avventori avrà l’opportunità di visitare la Galleria Sciarra accompagnato da personale specializzato che illustrerà con una breve presentazione storica le bellezze nascoste della Galleria, così da poter apprezzare l’unicità architettonica del sito e la straordinaria originalità dei suoi affreschi attraverso un percorso che ne sveli le origini.

mercoledì 22 giugno 2022

Gigi Proietti Globe theatre FALSTAFF E LE ALLEGRE COMARI DI WINDSOR

 

di Rosalba Lupo

Dal 24 giugno al 10 luglio ore 21.00 il Gigi Proietti Globe  theatre  ospiterà lo spettacolo FALSTAFF E LE ALLEGRE COMARI DI WINDSOR di William Shakespeare con la regia di Marco Carniti. Traduzione e adattamento Marco Carniti. Produzione Politeama s.r.l. 

Secondo la leggenda, la Regina Elisabetta, conquistata dal personaggio di Falstaff, visto nell’ ENRICO IV e V ordinò la stesura di una nuova commedia che lo vedesse protagonista assoluto.  Shakespeare scrive in quattordici giorni “Le Allegre Comari di Windsor", una commedia dove inserisce il meglio del proprio repertorio: l'amore contrastatotragiovani,equivoci,cambi,  travestimenti e beffe. Commedia capitanata da donne, definite nella traduzione “libere” più che “allegre” in senso contemporaneo perché libere di pensare e agire come le donne di oggi. Il personaggio di Sir John Falstaff diventerà il più amato della produzione comica shakespeariana e entra, a pieno diritto, nella storia del teatro (e non solo) e nel cuore degli spettatori di tutti i tempi. Alla pari di Amleto.

In questa nuova versione del testo, troviamo oltre a frammenti da ENRICO IV e ENRICO V che arricchiscono il personaggio di Falstaff e che raccontano la sua origine, anche il monologo di apertura dell’ENRICO IV della “Fama” che riflette su un mondo comandato da un ‘ idea di successo e bombardato da false notizie e false calunnie. Un’idea di mondo ancora drammaticamente attuale. Un gruppo di attori si riappropria dello spazio teatrale che gli era stato negato causa pandemia, per denunciare un mondo costruito su false notizie (fake news). E il personaggio popolare di Quickly tesse un filo che unisce tutti gli inganni, come un Arlecchino servitore di due padroni. Perché Falstaff oggi? Oggi più che mai ci sentiamo tutti presi in giro da qualcuno o da qualche entità. E Falstaff e la sua “Armata Brancaleone” rappresentano quello che noi siamo. Perché oggi è l’epoca dei “tutti gabbati “. E alla fine “Allegri” sono gli spiriti ma “Tristi” i risultati. E Falstaff diventa così esempio di decadenza fisica e morale dell uomo, visto come pagliaccio per il mondo. In un mondo che è già pagliaccio. Divertente come ‘Bisbetica domata’ e filosofico come ‘As you like it’, le ‘Allegre comari’ si colloca in un ‘mondo di mezzo’ che vuol far ridere delle nostre lacrime.Invitati giornalmente alla “cena delle beffe” l’uomo di oggi resta stritolato dal suo stesso meccanismo misto di vanità e interessi personali. Ma l’uomo per Shakespeare, fatto della stessa materia di sogni, contraddizioni che si assommano, utopie che svaniscono, si rassegna ma non muore. L’uomo esiste e resiste. Nonostante tutto resta al centro del Globo, unesempio di decadenza fisica e morale dell’uomo, visto come pagliaccio per il mondo. In un mondo che è già pagliaccio. Divertente come ‘Bisbetica domata’ e filosofico come ‘As you like it’, le ‘Allegre comari’ si colloca in un ‘mondo di mezzo’ che vuol far ridere. Invitati giornalmente alla “cena delle beffe” l’uomo di oggi resta stritolato dal suo stesso meccanismo misto di vanità e interessi personali. Ma l’uomo per Shakespeare, fatto della stessa materia di sogni, contraddizioni che si assommano, utopie che svaniscono, si rassegna ma non muore. L’uomo esiste e resiste. Nonostante tutto resta al centro del Globo.

venerdì 17 giugno 2022

Il Quirino in Galleria Programma 2022

 


Anche per il 2022 il Teatro Quirino ripropone in Galleria Sciarra, il meraviglioso gioiello liberty di Roma, la kermesse di spettacolo dal vivo e di buon cibo, con il patrocinio dell’ANAC e del Comune di Roma Assessorato alla Cultura. Quest’anno il cartellone sarà arricchito da incontri sul tema della tutela dei diritti dei rifugiati, dei profughi di tutte le guerre e dei popoli sottomessi da regimi totalitari. Interverranno giornalisti, intellettuali, studiosi e protagonisti del dibattito civile. Tutti gli appuntamenti di spettacolo sono abbinati alla proposta gastronomica del nostro bistrot Angolo Sciarra firmata dallo chef Massimo Borrutzu.

sabato 18 giugno ore 20

 PAROLA DI WURLITZER

DOMANI SI RECITAL

di Paolo Logli  con Marco Morandi e Claudia Campagnola

Parola di Wurlitzer è un viaggio fantastico sulle note delle canzoni. Canzoni che sono macchine del tempo, e che ci riportano indietro a momenti indimenticabili della nostra storia. Una favola, narrata da un juke box, un juke box femminile, un Wurlitzer che ha la civetteria di   farsi chiamare Betty. Lei sorride, racconta storie, si innamora dei locali dove suona e dei ragazzi che ballano sulle sue note.  Ma in fondo Betty Wurlitzer è ognuno di noi, innamorato di quei 45 giri che sono stati la colonna sonora della nostra vita.

PROSSIMI APPUNTAMENTI

25 giugno ERMINIO SINNI IN CONCERTO con Gianluca Capitani (percussioni), Marcello Domenichini (chitarre e tastiere) ed Erminio Sinni (pianoforte e voce)

2 luglio METTI UNA SERA… AL CINEMA i grandi compositori della musica da film concerto-spettacolo con il CineTrio: Eduardo Campadello (violino), Roberto Boarini (violoncello), Alessandro Panatteri (pianoforte e direzione) e con Sina Sebastiani e Michele Enrico Montesano. Regia di Paolo Vanacore

9 luglio 80 NOSTALGIA DI CALIFANO concerto con Gianfranco Butinar (voce), Stefano Scartocci (pianoforte), Eric Daniel (sax e flauto), Giandomenico Anellino (chitarra)

3 settembre FRANCESCO CENTARRÌ QUINTET concerto con Riccardo Grosso (contrabbasso), Alessandro Borgia (batteria), Maurizio Diara (chitarra), Vincenzo Indovino (pianoforte) e Francesco Centarrì (voce)

10 settembre JANNACCI & DINTORNI concerto e prosa con Max Paiella, Simone Colombari e Flavio Cangialosi

17 settembre  “ARIA” DI GALLERIA concerto lirico di Roma Opera Campus con Francesca Salvatorelli (soprano), Matteo Mezzaro (tenore), Mirco Roverelli (pianoforte)

24 settembre PIANOBOOK POUR MIA concerto con Massimiliano Pace (pianoforte) e Giovanna Famulari (violoncello)

1 ottobre JUMPIN’ UP concerto swing con Tony Marino (voce) Giuseppe Montalbano (chitarra) Peppe Falzone (batteria) Andrea Di Fiore (contrabbasso) Carmelo Sacco (sax tenore) Michele Mazzola (sax baritono) Nicola Genualdi (tromba) Giuseppe Vasapolli (pianoforte)

MILONGA LIBERTY venerdì 10-17-24 giugno, 1-8 luglio, 2-9-16-23-30 settembre, dalle ore 21

l’atmosfera magica e suggestiva della Galleria sarà esaltata e valorizzata da esibizioni di Tango eseguite da maestri qualificati.

VISITE GUIDATE

Ogni venerdì sera dalle 21.00 alle 24.00 e ogni giorno di spettacolo a partire dalle ore 11.30 di tutto il periodo di svolgimento della Kermesse, il pubblico di turisti e avventori avrà l’opportunità di visitare la Galleria Sciarra accompagnato da personale specializzato che illustrerà con una breve presentazione storica le bellezze nascoste della Galleria, così da poter apprezzare l’unicità architettonica del sito e la straordinaria originalità dei suoi affreschi attraverso un percorso che ne sveli le origini e le successive evoluzioni.

prenotazione obbligatoria ANGOLO SCIARRA 06 69424621 o mail food@teatroquirino.it

martedì 14 giugno 2022

FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLA DANZA E DELLE DANZE VI EDIZIONE

 


di Rosalba Lupo

Il Castello Forte dei Borgia a Nepi con il suo palcoscenico naturale, farà rivivere ai suoi molteplici ospiti con il suo scenario da favola il 7/8/9 luglio  ospiterà tantissimi artisti internazionali per questo   FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLA DANZA E DELLE DANZE VI EDIZIONE. Ricchissimo il palinsesto ma ad aprire le danze sarà la direttrice artistica del Festival  Maria Pia Liotta che ha deciso per questa nuova edizione di dedicare la giornata del  7 luglio, alla Danza Storica, offrendo una grande opportunità a tutti gli appassionati di danza:  una Masterclass di Danza Storica con uno  dei più apprezzati Maestri Internazionali del settore Nino Graziano Luca. 

Saranno insegnate Quadriglie, Valzer, Contraddanze e Danze Regency tratte dai più celebri Manuali storici, trascritte dai film in Costume storico come IL GATTOPARDO (al quale Nino Graziano Luca e la sua Compagnia da 25 anni dedicano il GRAN BALLO DEL GATTOPARDO) e BRIDGERTON, la serie di grande successo trasmessa da NETFLIX in questa occasione lo stesso spettacolo andrà in scena nello storico Castello Forte dei Borgia a Nepi, la direzione artistica è proprio di Nino Graziano Luca. La MASTERCLASS di DANZA STORICA,  prevede momenti teorici sulla Moda e la Danza del tempo. Alla fine della MASTERCLASS, il Castello di Nepi si trasformerà in un Salone ideale delle Feste per il GRAN BALLO DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLA DANZA E DELLE DANZE con Nino Graziano Luca nei panni di maestro di Cerimonia.

lunedì 23 maggio 2022

Piazza di Siena Concorso Ippico 2022

di Rosalba Lupo

Nell'ovale erboso del campo di gara, si è tenuta la presentazione dello CSIO di Roma Piazza di Siena - Master Fratelli d'Inzeo 2022, dal 26 al 29 maggio si disputerà l’edizione numero 89 per il concorso ippico capitolino, che tuttavia per la prima volta è stato disputato giusto cento anni fa, nel 1922 appunto, nel cuore di Villa Borghese. Alla presentazione sono intervenuti Marco Di Paola (presidente della Federazione Italiana Sport Equestri), Roberto Gualtieri (sindaco di Roma), Vito Cozzoli (presidente di Sport e Salute), Giovanni Malagò (presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano), Alessandro Onorato (assessore allo Sport, al Turismo e ai Grandi Eventi di Roma Capitale) e Nicola Zingaretti (presidente della Regione Lazio).

Per il team azzurro destinato a Piazza di Siena erano presenti il selezionatore Marco Porro, l’amazzone Francesca Ciriesi e i cavalieri Antonio Maria Garofalo e Filippo Martini di Cigala. 
Da quando la Federazione Italiana Sport Equestri e Sport e Salute hanno iniziato insieme un nuovo percorso di organizzazione, il concorso si è fatto anche portatore di un forte messaggio per la difesa e la promozione di tre concetti che si specchiano nella natura dello storico parco di Villa Borghese: arte, architettura e natura. Gli organizzatori curano tutto l’anno l’ovale e le aree adiacenti che restano.

Piazza di Siena è pronta nuovamente ad accogliere tutti coloro che vorranno seguire dal vivo la grande equitazione dello CSIO di Roma 2022. Novecentomila euro di montepremi (100.000 in più del 2021), 10 categorie con percorsi tracciati da Uliano Vezzani, chef de piste di fama assoluta, 4 giornate di gara in 2 arene, quella in erba di Piazza di Siena e quella in sabbia del Galoppatoio di Villa Borghese. 

È questo il biglietto da visita dell’edizione numero 89 dello CSIO di Roma. Venerdì 27 aprile apertura del programma di giornata  farà da prologo alla prestigiosa Coppa delle Nazioni Intesa Sanpaolo. 1,60). Ricco anche il programma di sabato 28 maggio altre due prove: l'impegnativo Piccolo Gran Premio, categoria mista e l’avvincente Sei Barriere. Il palcoscenico per il gran finale di domenica 29 maggio, infine, è tutto per il prestigioso e ricco Rolex Gran Premio Roma, quest’anno con un montepremi aumentato a 450.000 euro. Cinquanta i partenti che scenderanno in campo in una gara a due manche (h 1,60) che assegnerà al vincitore non solo la vittoria in quello che è uno dei Gran Premi più ambiti a livello mondiale, ma anche un posto nella storia del salto ostacoli. 


Per il terzo anno consecutivo il circuito Italia Polo Challenge farà tappa a Roma, inserito nel calendario ufficiale degli eventi. Anche quest’anno nella giornata che precede l’apertura del concorso, mercoledì 25, alle ore 17 i protagonisti del torneo sfileranno a cavallo nella centralissima Via Condotti, accompagnati dall’esibizione della Fanfara del IV Reggimento Carabinieri a Cavallo. Un evento che è diventato tradizionale apertura della più attesa settimana sportiva della primavera romana. Anche quest’anno a Piazza di Siena si rinnoverà l’appuntamento, sempre sentito, con i Caroselli a cavallo. Quello dei Carabinieri riveste senza dubbio un ruolo di assoluta importanza: gli intrecci e le evoluzioni dei 150 rappresentanti del Reggimento a Cavallo offrono infatti uno spettacolo unico e indimenticabile, carico di emozioni, che nell’ovale romano si ripete ogni anno dal 1933, anche in occasione dell’anniversario dell’Arma. Grande tradizione anche per il Reggimento Lancieri di Montebello, che nel 2009 ha festeggiato il su 150° anniversario. Con uno dei suoi due Gruppi Squadroni chiamato ad assolvere impegni di alta rappresentanza istituzionale sia a piedi che a cavallo, il Reggimento da qualche anno presenta il proprio “Carosello di Lance” anche in occasione dei principali appuntamenti equestri nazionali. La serie di Caroselli comprende infine anche quello del Centro di Riabilitazione Equestre del San Raffaele Viterbo, creato nel 1986 all’interno dell’omonima struttura sanitaria (un tempo nota come Villa Buon Respiro) specializzata nel recupero funzionale e sociale di persone colpite da minorazioni fisiche, psichiche e sensoriali. Eseguito da cavalieri disabili e normodotati in completa armonia tra loro, il Carosello del San Raffaele Viterbo ha debuttato nel 1990 e ormai da quasi un ventennio si esibisce a Piazza di Siena.

 

 

 

 

139° Derby Italiano di Galoppo Università Campus Bio-Medico di Roma Vince il tedesco ARKADAN, su TEMPESTI e FROZEN DAY

 


di Rosalba Lupo

  Il Grande spettacolo dell’Ippica è tornato a Capannelle con il 139° Derby Italiano di Galoppo . Dopo due anni difficili l’Ippodromo Capannelle ha aperto i battenti  al grande pubblico romano con questo grande evento il Derby Day molto atteso, in migliaia sono  accorsi per applaudire i bellissimi cavalli in gara.  Una Domenica caldissima, ma come vuole la tradizione, le signore hanno sfoggiato dei deliziosi cappelli dalle fogge originali e gli uomini rigorosamente in giacca e cravatta, tutto è pronto, i cavalli si preparano nel giro del tondino, i fantini sono concentrati per la gara, gli spettatori applaudono, si torna a respirare la magica atmosfera dell’appuntamento ippico più atteso dell’anno: il 139° Derby Italiano Università Campus Bio-Medico di Roma. È la magia di questa fantastica corsa che mette in palio non solo un nome nell’albo d’oro ma anche un posto nella storia. 

Il momento clou di questo indimenticabile pomeriggio all’Ippodromo Capannelle scocca alle 17.40, quando le gabbie dell’Ippodromo si aprono per i 15 protagonisti del 139° Derby Italiano di Galoppo Università Campus Bio-Medico di Roma.Alla fine di un Derby intensissimo, animato fin dalla vigilia dal duello italo-tedesco tra il pupillo della Razza Dormello Olgiata e l'ospite tedesco della Darius Racing, già vincitore sulla pista del Berardelli a due anni, è Ardakan, sgusciato all'interno di Tempesti, a trionfare e aggiudicarsi il Nastro Azzurro. Bisogna dare merito a Clement Lecoeuvre, freddo e abile a cogliere un varco allo steccato lasciato aperto dall’avversario italiano, partito forse troppo presto. Alle loro spalle Frozen Day, animatore della corsa, buon terzo davanti a Emperor of Love, con la sorpresona Lohengrin a chiudere il quintè.

Visconte Ferdinando Guglelmotti con amici

 Per quanto riguarda le principali altre corse di giornata, nel PREMIO CARLO D'ALESSIO, corsa riservata agli anziani sulla distanza classica dei 2400 metri, a spuntarla è Atzeco, leader fin dal via. Ai 400 finali sembra visivamente preda dei suoi più immediati inseguitori, Brigante Sabino e Neileta, ma in sella ha SuperDario Vargiu, il quale aspetta di farsi venire addosso gli avversari, per ripartire di slancio lasciando dietro al traguardo lo stesso Neileta e Brigante Sabino al terzo posto. 

Aceto re del Palio di Siena

Nel PREMIO TUDINI REGIONE LAZIO, gruppo III per cavalli di 3 anni e oltre sulla distanza di 1200 metri, Agiato (Bated Breath), dopo la vittoria nell'autunnale Aloisi, firma anche la corsa gemella primaverile, sbucando magicamente nel furlong conclusivo al centro dello schieramento per sopravanzare Raifan, Ghepardo da Todi e Collinsbay. I Commissari, prontamente intervenuti di autorità, hanno distanziato dal secondo al terzo posto il cavallo Raifan, reo di aver allargato verso l'esterno danneggiando Ghepardo da Todi.Infine il PREMIO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA LP ROMA BOUTIQUE LEGALE & PROFESSIONALE, summit per gli anziani di 4 anni e oltre sui 1800, un altro arrivo strabiliante con ben quattro concorrenti in lotta per la vittoria fino al tratto conclusivo. Alla fine la stoccata ferale la piazza Cantocorale, montato da Antonio Fresu, implacabile giustiziere di Flag's Up, Frozen Juke e del compagno di allenamento Cima Emergency. L’evento organizzato con impegno e meticolosità da Hippogroup Capannelle ha richiamato nel corso del weekend un fiume ribollente di passione, migliaia di persone attratte non solo dal prestigio delle corse in programma domenica, ma anche dai tanti eventi collaterali: «È stato un lavoro lungo ed estenuante ma oggi possiamo sorridere orgogliosi guardando i risultati ottenuti - ha commentato l’ing. Elio Pautasso, amministratore delegato di Hippogroup Roma Capannelle, al termine della lunga domenica del Derby Day -. Già lo scorso 1 maggio, giornata dedicata alle Ghinee Italiane, quasi 10.000 persone erano accorse a Capannelle. Stavolta abbiamo addirittura superato quel lusinghiero traguardo arrivando a toccare le 12.000 presenze. Una testimonianza che la strada da percorrere è quella giusta e noi continueremo a lavorare in questa direzione per assicurare ai tanti appassionati di ippica, ma anche alle famiglie e ai bambini, il massimo del comfort e del divertimento». Tanti gli ospiti d’onore accorsi all’invito di Capannelle, a partire da Sagitta Alter, la moglie di Gigi Proietti e la figlia Carlotta, intervenute per vivere questo entusiasmante Derby Day. Quindi il grande Ninetto Davoli, personaggio cult del cinema pasoliniano, e l’attore Massimo Reale. Inoltre un grande personaggio dello sport, il leggendario Andrea Degortes, detto Aceto, pezzo di storia del Palio di Siena che il leggendario fantino sardo ha conquistato ben 14 volte (su 58 partecipazioni), solo una di meno rispetto al record detenuto ex aequo da Bastiancino e dal Gobbo Saragiolo. E per concludere figure istituzionali tra cui il Sottosegretario di Stato al Mipaaf Sen. Francesco Battistoni, il Presidente della Commissione Sport di Roma Capitale Ferdinando Bonessio, il politico e giornalista Italo Bocchino, ex Deputato e attuale direttore editoriale del Secolo d’Italia, l’ex Assessore allo Sport del Comune di Roma, attuale vice capo Gabinetto del Ministro delle Politiche giovanili Daniele Frongia.

 

 

venerdì 20 maggio 2022

Si Torna a Spadellare con il format televisivo “Chef in Campo”

 


di Rosalba Lupo

Si accendono i fornelli il 23 maggio alle ore 21.30 in prima serata “Chef in Campo”, in esclusiva Alma Tv    (canale 65 del digitale terrestre nazionale). Conferenza stampa al Ristorante DALODI per la presentazione del format, presente tutto il cast insieme a giornalisti e fotografi, presente l’attrice napoletana Elena Russo,   Francesca Brambilla con il suo decolleté incontenibile. 

Per questa terza edizione è stato confermato tutto il cast, durante il programma si cimenteranno ai fornelli personaggi dello sport, conduttori, giornalisti, showgirl e politici, tutti dovranno preparare il “piatto del campione” affiancati dallo Chef Andrea Palmieri, ma durante la preparazione dei piatti, il conduttore Anthony Peth interverrà con domande succolenti per rimanere in tema culinario e gli ospiti Chef per caso, si racconteranno. 

Ogni piatto sarà poi completato da un ottimo vino scelto con cura dall’esperto Matteo Carreri e da un dolce creato con maestria dalla Cake Creator Manuela Romiti. Due le grandi novità in questa III^ edizione: l’anteprima sarà affidata al Bardender Tancredi Marco Fazzi e ai suoi cocktail, mentre a Terry Alaimo e ai suoi astri la chiusura del programma.

Anche quest’anno sarà presente la rubrica esterna dedicata alle pizze condotta da Vittorio Cesarini presso Dalodi. Prodotto da Francesca Aiello, scritto da Marco Marrocco con la regia di Mario Maellaro, “Chef in Campo” vi aspetta tutte le sere su Alma Tv canale 65 del digitale terrestre. Finale con tante prelibatezze del Ristorante Dalodi e brindisi.

venerdì 13 maggio 2022

Parata di Stelle alla VII edizione di “Women for Women against Violence – Camomilla Award”

 

di Rosalba Lupo

L’evento più atteso della capitale, il più glamour si è svolto nello Spazio 900, storica location nel cuore di Roma, ha ospitato la registrazione dell’evento tv “Women for Women against Violence – Camomilla Award”, nato per promuovere il contrasto alla violenza di genere e sostenere le donne che combattono il tumore al seno.

Quasi sempre si parla di chi muore e non ce la fa, Women for Women, attraverso testimonianze autentiche, vuole invece parlare di vita e dar voce a chi non smette mai di combattere, sul palco del bellissimo salone dello Spazio 900, tante le testimonianze che raccontano il difficile percorso di rinascita che tante donne devono affrontare in solitudine, offrendo però un messaggio di speranza e incoraggiamento: dalla violenza – qualsiasi essa sia – si può uscire.


La kermesse, Patrocinata dal Senato della Repubblica, Camera dei deputati, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Cultura, Comitato Unico di Garanzia MIC, Regione Lazio, Roma Capitale, Rai, Unicef, Croce Rossa Italiana e LILT (Lega Italiana Lotta contro i Tumori), è stata concepita e realizzata dalla Presidente dell’Associazione Consorzio Umanitas, Donatella Gimigliano, in collaborazione con Urban Vision.


L’evento, quest’anno nella versione “Celebrity Edition”,  ruoterà anche attorno ai racconti delle esperienze di vita delle Celebrity per far comprendere che queste esperienze segnano indistintamente chi le vive. La serata è stata condotta magistralmente da Arianna Ciampoli e Beppe Convertini, per la regia di Antonio Centomani, e sarà  trasmesso su RAI DUE il 4 giugno alle 17.00.

Dopo un welcome drink con degustazione delle eccellenze offerto da Coldiretti Lazio, a cura della brigata di chef capitanati da Bruno Brunori dell’Associazione Nazionale Cuochi Italiani Lazio, hanno aperto le danze la ballerina ucraina Anastasia Kuzmina e il ballerino Andrea Evangelista sulle note di “Piccola Anima” di Ermal Meta, affiancati dal violinista elettronico “Jedi”, Andrea Casta. Le luci dei riflettori si sono accese poi per ascoltare quattro testimonianze straordinarie: Filomena Lamberti, sfregiata con l’acido dal marito cui aveva ribadito la sua volontà di separarsi, raccontata dall’attrice Luciana de Falco, a seguire Carolina Marconi, ha raccontato la diagnosi di tumore al seno e il suo sogno di diventare madre sospeso…, ed ancora Luca Tomassini, la storia del padre violento che mandò in coma la mamma, l’infanzia difficile del coreografo internazionale vittima di bullismo, interpretato dall’attore Luca Capuano, infine, Elga Magrini, donna forte e coraggiosa che ha raccontato il suo percorso, l’insegnamento di vita che ne ha tratto, la forza che l’accompagna ancora oggi. Elga è stata premiata dalla Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti e dalla capogruppo di Italia Viva alla Camera dei Deputati, Maria Elena Boschi.

Tra coloro che si sono dedicati alla causa e si sono distinti per il loro impegno contro la violenza di genere e per la sensibilizzazione sulla prevenzione del tumore al seno, hanno ricevuto il “Camomilla Award” (il fiore di Camomilla che simboleggia la forza e la solidarietà, in fitoterapia viene usato per aiutare le piante malate a guarire), una straordinaria scultura realizzata dal maestro orafo Michele Affidato, partner storico della kermesse, Maria Grazia Cucinotta, testimonial Susan Komen Italia e autrice del libro “Vite senza paura”, Carolina Crescentini, che ha messo in scena la storia di Marta nella campagna antiviolenza di WeWorld, ed è anche tra le protagoniste di uno spot firmato da Francesca Archibugi per la Race for The Cure, Antonia Liskova, straordinaria interprete del cortometraggio sul tumore al seno metastatico “La notte prima” di Annamaria Liguori, Valeria Solarino, che ha portato in scena in tutta Italia lo spettacolo “Gerico Innocenza Rosa”, intensissimo monologo che parla di identità di genere e vuole affrontare ogni tipo di discriminazione, Luana Ravegnini che, dopo un lungo periodo di assenza dalla tv, è stata al timone “Check-Up”, storico programma di informazione medica, salute e benessere di Rai 2. Ed ancora Jacopo Saracino, agente del 1 1 2 della Questura di Milano che, alla richiesta di una pizza, ha fatto scattare l’allarme e ha salvato la vita a una donna vittima di violenza, i Professori Mario Pelle Ceravolo e Matteo Angelini, che hanno in cura Maria Antonietta Rositani, vittima di violenza con il 75% di ustioni sul corpo, e hanno realizzato, a titolo gratuito e privatamente, anche un delicatissimo intervento all’occhio facendole recuperare la funzionalità. In collegamento streaming Lapo Elkann ha presentato i progetti sociali della Fondazione Laps di cui è fondatore. Padrona di casa per le interviste in sala l’attrice e conduttrice Francesca Ceci. Tra coloro che hanno consegnato i premi il Vicedirettore Intrattenimento Day Time della RAI, Silvia Vergato, il Direttore di RAI DUE, Massimo Lavatore, Mimmo Muolo, vaticanista di Avvenire e scrittore. Special guest della serata: da Radio Due Social Club Andrea Perroni, il cantautore Antonio Maggio, che si è esibito live al pianoforte con il brano “La faccia e il cuore” scritto con Ermal Meta sul tema della violenza sulle donne che, in video, ha fatto una simpatica “incursione” e che, per questo testo, ha ricevuto il Camomilla Award, ed infine la coppia di giovani talenti Martina Attili & Michelangelo Vizzini che hanno regalato una emozionante “Imagine” di J. Lennon.

Nel parterre personalità del calibro del regista Giovanni Veronesi, Angelica Giusto, attualmente impegnata sul set di Luce dei tuoi Occhi, l’ex calciatore Alessandro Tulli, Elena Bonelli, Maria Rosaria Omaggio, Ambasciatrice Unicef, Alessandra Viero, conduttrice di Quarto Grado, Antonella Salvucci, Ezio Bonanni, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto, Maria Consiglio Visco, Elisa Ripanti, Chiara Giordano e Maria Grazia Passeri Presidente di Salvamamme LLL. La realizzazione del programma è stata possibile grazie al contributo di Main sponsor: Banca Mediolanum – Top Global Banker Domenico di Crescenzo, Acaia Medical Center. Executive Partner: Italpreziosi, Banca Generali Private, Softlab, Michele Affidato Orafo. Charity Partner: Banca Ifis, Meeters, Nuova Villa Claudia. Partner: Collistar, John Paul Mitchell Systems, L.G.R, Jaguar, Cressline, Biodermogenesi, ASM Group, IPSEOA “Tor Carbone” Alessandro Narducci, Pronto Taxi 6645, Carlsberg, Casale del Giglio, Vecchio Amaro del Capo, Nonna Vincenza, Enosis Srl, Cioccolateria Origine di Lorenzo La Civita, Caffè Gioia, Diletta Sturni. Partner tecnici: Inprinting, Volocom, Massimo Polese Make-up Artist, Mix Art, Quenty Rent, I Maghi del Noleggio, Roma Virtuale, Patrizia Dinetti Graphic Designer, Cavallucci, Aster Vigilanza Srl, Studio Legale Angela Codastefano, Health Safety Consulting di Daniele Codastefano, La Casa del Pane. Media partners: Radio Esercito, Nefy. Donors: Sala da Feltre, HBG Gaming, SBAM, MP Assicura, Impresa Eccezionale Srl, Studio Corvi Credit & Solutions Srl.

al Teatro Il Parioli CETRA…...UNA VOLTA

 

di Rosalba Lupo

Tutto esaurito al Teatro Il Parioli di Roma  che ospiterà fino  al 15 maggio 2022 Stefano Fresi, Toni Fornari, Emanuela Fresi, con la partecipazione di Cristiana Polegri protagonisti dello spettacolo CETRA… UNA VOLTA, dedicato al Quartetto Cetra, di Toni Fornari con la regia di Augusto Fornari. 

Spettacolo strepitoso, peccato per pochi giorni, bravissimi hanno emozionato il foltissimo pubblico. La musica, le canzoni, le parodie memorabili dell’indimenticabile Quartetto Cetra sono riproposti in questo spettacolo da tre interpreti eccezionali che costituiscono un concentrato esplosivo di bravura, simpatia, bel canto, trascinando il pubblico nell’epoca splendente dei grandi varietà televisivi. Applausi a scena aperta.

Prodotto da Andrea Maia e Vincenzo Sinopoli per il Teatro Golden “Cetra una volta” è un concerto spettacolo tributo al quartetto più celebre del palcoscenico e della televisione italiana dagli anni ’40 agli anni ’80: il quartetto Cetra. Lo spettacolo vuole essere un rispettoso omaggio al “Quartetto Cetra”, un gruppo che ha fatto veramente la storia della televisione e del teatro italiano.

In questa occasione Stefano Fresi si riunisce straordinariamente con Toni Fornari ed Emanuela Fresi, gli altri due componenti del trio vocale “Favete Linguis”, gruppo nato agli inizi degli anni ’90 che si è ispirato proprio al Quartetto Cetra stesso, ricalcando il loro elegante stile comico-parodistico. In questo spettacolo i Favete Linguis interpretano tutte le canzoni di maggior successo dei Cetra esibendosi altresì in esilaranti parodie musicali, facendo in modo che il gioco continuo si mescola al divertimento scenico esaltando il virtuosismo vocale. Importantissima è la presenza di un trio musicale diretto dalla sassofonista – cantante Cristiana Polegri.