RENDEZ VOUS nasce cartaceo registrato il 27 luglio 2007 al Tribunale di Roma n. 350

sabato 16 marzo 2019

LA NUOVA PORSCHE 911 CON FASCINO E APPEAL SENZA TEMPO, INCANTA LA CAPITALE


di Rosalba Lupo

Oltre mille invitati per ammirare l'ultima autovettura del marchio più conosciuto al mondo la nuova Porsche 911 Time-less machine. Palcoscenico dell'evento la nuova location Prati Bus District di Roma, evento organizzato Autocentri Balduina Centri Porsche e firmato Monica Mattei Events. 


Evento fashion, dove gli ospiti sono stati rapiti da una carrellata di autovetture Porsche 911 tutte a partire da modelli del 1965, un fil rouge con il modello nuovo della Porsche 911Time-less machine. 
Calorosa accoglienza dai Fratelli Cappella, Andrea, Giacomo, Simona e Michela che hanno ricevuto i numerosi Vip, giornalisti, imprenditori, sportivi e appassionati del marchio Porsche. Tanti i giornalisti, blogger e Vip presenti a questo tanto atteso appuntamento nella capitale come Domenico Fortunato, un attore molto amato dal pubblico e le splendide Demetra Hampton,
l'imprenditore Alessandro Stocchi con Nadia  Bengala
Maria Monsè, la ex Miss Italia Nadia Bengala,
la show girl e attrice Antonella Elia, il giornalista Rai Max Lazzari, Mauro Massimiliano Calandra Autore sigle RAI ed Editore tantissimi altri. Il momento più atteso tra musica e applausi del pubblico, quando è stato tolto il panno bianco alla nuova Porsche 911, un design grintoso che unisce tradizione e modernità.
Una serata-evento molto riusciuta al Prati Bus District, location urban style spettacolare dove le luci hanno fatto da cornice alle numerose foto e immagini d’arte moderna esposte, per contestualizzare che l’arte è evoluzione e supporto della velocità e dell’eleganza. La musica in sottofondo ed un apprezzato open bar drink Bacardi e Martini hanno piacevolmente accompagnato i presenti fino a tarda sera.

sabato 9 marzo 2019

Il Teatro Quirino presenta La Governante

 
di Rosalba Lupo
Al teatro Quirino va in scena “ La GOVERNANTE “ di Vitaliano Brancati con Ornella Muti e Enrico Guarneri, questa commedia fu scritta nel 1952 e subito censurata. 
La scusa era quella del tema – allora molto scottante – dell’omosessualità.Il testo è pieno di accenti polemici contro l’ipocrisia dei benpensanti cattolici, il filocomunismo borghese, i principi della Sicilia baronale e contro la censura stessa. Vitaliano Brancati morì nel 1954. La Governante è andata in scena per la prima volta a Parigi nel 1963. Per poterla presentare in Italia, la moglie di Vitaliano Brancati, ha dovuto aspettare l’abolizione della censura.  
Il debutto italiano è avvenuto il 22 gennaio 1965, protagonista la stessa moglie, Anna Proclemer, e un grande Gianrico Tedeschi nel ruolo di Platania. La regia era di Giuseppe Patroni Griffi, già noto drammaturgo, alla sua prima prova come regista. Questa commedia è stata ripresa più volte dalla Proclemer con Tedeschi, e poi, nel 1984 da Turi Ferro e Carla Gravina, con la regia di Luigi Squarzina. La vicenda de La Governante, è imperniata su Caterina Leher, governante francese assunta in casa Platania. famiglia siciliana e borghese trapiantata a Roma il cui patriarca, Leopoldo, ha sacrificato la vita di una figlia, morta suicida, ai pregiudizi della sua morale. Caterina è calvinista e viene considerata da tutti un modello d’integrità. Vive perciò segretamente la propria omosessualità, una «colpa» cui si aggiunge quella di aver attribuito a una giovane cameriera dei Platania le proprie tendenze, causandone il licenziamento. 
Caterina si sente responsabile della morte della ragazza, coinvolta in un incidente mentre tornava al Sud: un peccato che la governante deciderà di espiare con il suicidio. In scena Rosario Minardi, Nadia De Luca, Rosario Marco, Amato Caterina, Milicchio, Turi Giordano e Naike Rivelli. Scene di Salvo Manciagli, costumi di Dora Argento, musiche di Massimiliano Pace, regia di Guglielmo Ferro.

martedì 5 marzo 2019

Al Teatro Petrolini a Roma va in scena lo sfavillante varietà “Femmes”




di Rosalba Lupo
Martedì 5 marzo 2019, andrà in scena lo spettacolo “Femmes”, il Teatro che porta il nome Petrolini si trova nel famoso quartiere del Testaccio, amato da Pasolini e Ozpetek che abbraccia tutte le epoche, dai resti dell’Emporium di Roma imperiale fino ai palazzi fascisti e alle testimonianze di archeologia industriale, ora uno dei luoghi della movida romana per via dei tanti locali e ristoranti di cui pullula.
Femmes”è uno spettacolo di varietà, che rievoca la Belle Époque e non solo, firmato dall’eclettica musicista e cantante napoletana di varietà, cabaret e avanspettacolo Emanuela Mari, diplomata in pianoforte al Conservatorio S. Pietro a Majella a Napoli, appassionata di canto lirico, opera, operetta, canzone napoletana ma anche jazz, pop e rock e dalla poetessa Maria Buongiorno.
Un’ora abbondante di numeri di grande spettacolarità, tutti in costume e per tutti i gusti: arie d’operetta, interpretate dalle voci di Emanuela Mari e dal tenore Valerio Aufiero, accompagnati al pianoforte dal maestro palermitano Massimiliano Franchina, ci sarà un avvolgente angolo dedicato alla sublime danzatrice Mata Hari, donna di grande charme, intrigante e misteriosa, interpretata da Maria Cristina Capogrosso, ballerina e attrice, le musiche ispirate a Charlie Chaplin ed alla "Paris de fin du siècle",
interpretate dalla danzatrice Fabiola Zossolo e il Can-can, ballo nato nella Belle Époque, danzato da Giulia Catalucci e Sofia Ronchini su coreografia di Susanna Serafini; per completare lo spettacolo la performance con il valzer di Francesca Minunni e Valerio De Angelis anche questa su coreografia di Susanna Serafini dell’Accademia Nazionale di Danza. 
Non mancherà un pizzico di raffinato burlesque, portato in scena da Elektra Kiss, sensuale, provocante, ironica che si esibirà tra magia e poesia. Insomma una serata indimenticabile, avvolti dalle atmosfere della Belle Époque.
Un autentico varietà, che offrirà al pubblico un meraviglioso cammeo sulla bellezza femminile espressa attraverso ogni forma d'arte, uno spettacolo fantastico, straordinario che calamiterà l’interesse e l’entusiasmo del pubblico per le atmosfere e il talento di questi grandi artisti.

venerdì 1 marzo 2019

Arriva la nuova fraganza “PUNTOZERO”

da Rosalba Lupo
Michela Miconi
La boutique Gente Roma di Via del Babuino 77 ha presentato nel suo Atelier un nuovo brand ma questa volta nel campo delle fragranze dal titolo “PUNTOZERO”, un’eau de parfum che rappresenta il punto di inizio per la creazione di una vera e propria linea di profumi e cosmetici firmati Gente Roma. Per questa prima fragranza, Gente Roma ha scelto il maestro Antonio Alessandria, siciliano di nascita ed appassionato di tutto ciò che riguarda i sensi. L’essenza creata è un’eau de parfum dalla nota fiorita-orientale con sfaccettature fruttate, legnose e muschiate, dal cuore a base di d’arancio, mughetto e ylang-ylang, con fondo di sandalo e vaniglia il tutto illuminato dal bouquet di fiori bianchi magnificato dall’accenno frizzante dello zenzero.
Tantissimi gli ospiti che hanno partecipato all'evento
Michela Miloni, Ania Pieroni Marisela Federici, Andrea Ripa di Meana, Barbara Palombelli, Eliana Miglio, Giulia Giorgi Fabio Massenzi Enrico Dicò, Francesca Mastroianni, Marisa Stirpe, Vito Addadi ( Proprietario dei negozi Gente), Marina Pennafina, Antonio Alessandria (Maestro creatore della fragranza, Laura Lattuada
Ruth Dureghello (la Presidente della Comunità Ebraica).

Teatro Olimpico torna Maurizio Battista in Papà Perchè Lo Hai Fatto?

di Rosalba Lupo
Spettacolo imperdibile dal 5 al 31 marzo 2019 con il gradito ritorno sul palco del Teatro Olimpico, del comico Maurizio Battista, il re della risata molto amato dal pubblico, dopo un’altra annata di immenso successo, Maurizio Battista ripropone un nuovo show dal titolo “Papà perché lo hai fatto?”. Uno spettacolo tutto da ridere, il comico romano indagherà, con la sua consueta ironia, il quotidiano vissuto da tutti noi. Maurizio Battista ci guiderà in un percorso divertente nel quale pone a confronto continuamente i “tempi andati” con i “tempi moderni” per sottolineare vizi e virtù degli uni e degli altri, alla ricerca di quegli aspetti più spassosi e dissacranti, caratteristica questa di tutto il suo umorismo. Ogni uomo durante la propria vita si imbatte in decisioni da prendere e se si percorre un sentiero non se ne può percorrere un altro. Maurizio esplorerà per noi le scelte che ognuno si trova a dover affrontare rivelandoci gli aspetti più spiritosi che sono davanti ai nostri occhi, ma che grazie alla guida arguta del comico scoprono il loro lato più ridicolo. Lo spettacolo è stato scritto da Alessandra Moretti, in collaborazione di Mariano D’Angelo, allo spettacolo parteciperà Stefano Borgia.

mercoledì 13 febbraio 2019

La Moda Sposa di Maria Laurenza illumina il Bridal Weekend a Palazzo Brancaccio

 di Rosalba Lupo
Palazzo Brancaccio ha ospitato l'evento BRIDAL WEEKEND IN ROME sabato 9 e domenica 10 febbraio 2019, i numerosi ospiti dopo aver attraversato i magnifici giardini con le sue splendide fontane e la sua scalinata, obbligatoriamente con il tappeto rosso, sono stati accolti dall'incantevole scenario delle sue sale, tutto era pronto per un weekend di grandi suggestioni.
Un sabato sera dedicato ad un esclusivo bridal fashion show e una domenica riservata alle più importanti wedding planner con brunch, foto e mille sorprese. Due giorni dedicati al mondo del wedding che hanno visto andare in scena il più importante bridal fashion show dell’anno,
una straordinaria sfilata - aperta da un suggestivo tableau vivent con scenografiche costruzioni floreali, esaltate da sapienti giochi di luce - che ha strappato applausi a scena aperta per le meravigliose creazioni di Maria Laurenza superba interprete, attraverso due singole ispirazioni, della sposa per la prossima primavera.

La collezione Nature, dedicata ad una donna che ama osare. Una donna minimal chic quella interpretata dalla seconda capsule collection, la Elegance, che esalta la semplicità e la raffinatezza femminile di una donna moderna. Una passerella aperta dall’eterea delicatezza degli abiti dedicati alle più piccole protagoniste del matrimonio, che hanno sfilato tra le spose e i modelli della nuovissima collezione sposo che prende il nome di Alexander Katei, figlio della stilista, pensata per esaltare l’essenza e la classe di un uomo elegante e distinto con la personalità per osare, giocando con forme e colori. Ma è la donna la vera musa ispiratrice della sfilata, non solo negli abiti per la sposa ma anche nella collezione moda dedicata alle altre figure femminili che, per un giorno, vogliono indossare abiti unici, capaci di renderle protagoniste. Creazioni di alta moda, colori di tendenza, eleganti ricami, pietre raffinate, tessuti freschi ed eleganti, per donne che amano l’essenziale ma che sono capaci di stupire per un giorno. La serata è stata presentata e chiusa dalla giornalista e conduttrice Barbara Castellani, che ha accompagnato la stilista Maria Laurenza intervistandola, nelle tre sale e raccogliendo insieme a lei il tributo del pubblico. Ospiti e Vip sono stati deliziati da un delizioso cocktail con tartine e canapé, numerosi finger food diversi piatti caldi hanno preceduto una fantasia di zuccherose prelibatezze tra le quali le wedding cake di Dolce Alice.

lunedì 11 febbraio 2019

Torna Montalbano il commissario più amato della tv italiana su Rai1


di Rosalba Lupo
Su Rai1 torna uno dei personaggi televisivi più amati in Italia, il commissario Montalbano. Il simpatico poliziotto, inventato dalla penna di Andrea Camilleri e interpretato da Luca Zingaretti, è pronto a divertire ancora una volta il pubblico italiano, insieme a lui tutti gli attori che compongono il cast fisso del "il commissario Montalbano" Luca Zingaretti, Salvo Montalbano, Angelo Russo, Agatino Catarella, Cesare Bocci, Domenico (Mimì) Augello Peppino Mazzotta, Giuseppe Fazio, Sonia Bergamasco, Livia Burlando grazie a due nuovi episodi che andranno in onda l’11 e il 18 febbraio su Rai1, della fiction tv "Il Commissario Montalbano", girati la scorsa primavera nel Ragusano dal regista Alberto Sironi.
Due nuove puntate di Montalbano, prodotte dalla Palomar,Un diario del 43” e “L’altro capo del filo” due produzioni celebrative dei vent'anni di vita televisiva del Commissario. Il primo episodio della fiction è ambientato in Friuli Venezia-Giulia, per rendere omaggio all’attore Marcello Perracchio, venuto a mancare a 79 anni dopo una lenta malattia e assisterà anche al funerale del medico e al suo seppellimento, che è stato girato nel cimitero monumentale di Scicli. Salvo Montalbano si trova per volere di Livia, che lo ha invitato alla festa per il rinnovo della promessa di matrimonio di due suoi amici. Nel frattempo, però, dalla Sicilia arriva un nuovo caso l’omicidio di Elena, una sarta molto apprezzata per i suoi modi cordiali. La sua morte viene collegata ai numerosi sbarchi di migranti in corso a Vigata.
Nel secondo dei due episodi, “Un diario del ’43”, infatti, Montalbano entrerà in possesso di un diario, trovato sepolto nella sabbia dal preside Burgio. La data incisa sul libricino è il 1943 e il suo contenuto è a dir poco spiazzante: qualcuno, mentre si combatteva la seconda guerra mondiale, aveva scoperto qualcosa di terribile e aveva tramandato le informazioni in un piccolo diario. A scrivere era stato un giovane fanatico fascista, che raccontava di un attentato contro gli americani sbarcati in Sicilia. Il commissario dovrà dunque indagare per capire se l’attentato si sia verificato davvero, o se sia rimasto solo un proposito, inoltre, poi si scoprirà che l’autore del diario è poi emigrato in America. E' una realtà che le storie del commissario di Vigata, cittadina sul mare in provincia di Montelusa (due nomi di fantasia che nei romanzi corrispondono alle città di Porto Empedocle e Agrigento, collocati però nella fiction in provincia di Ragusa), hanno raggiunto uno straordinario successo di ascolti.

mercoledì 6 febbraio 2019

Marilù S. Manzini ha presentato a Roma il suo ultimo libro “La Cura della Vergogna”


di Rosalba Lupo
Appuntamento con i tantissimi ospiti all' Hotel Des Époques
di Roma, con la scrittrice Marilù S. Manzini, giornalista e recentemente regista di un film, in uscita nei prossimi mesi. In questo bellissimo albergo in stile liberty nel cuore della città eterna, Marilù  ha presentato il suo quinto libro “La Cura della Vergogna”, edizioni Bietti, un saggio di psicologia sotto forma di romanzo, una storia di formazione e crescita, di lenta e progressiva costruzione della consapevolezza di sé.
Tra i moderatori oltre alla stessa Manzini, l’attore Beppe Convertini che ha letto e interpretato alcune righe dello scritto, il giornalista e il critico letterario nonché editore Andrea Menaglia,  lo scrittore Ruggiero Capone che ha ipnotizzato la numerosa platea presente. Prima della presentazione del libro c'è stato un' attimo di commozione in sala, per la messa in onda di un video del noto scrittore Andrea G. Pinketts scomparso di recente, amico della scrittrice, in cui elogia non solo il testo ma anche la capacità di scrittura di Marilù che non a caso ha venduto con i precedenti libri oltre 250.000 copie.
Tra i personaggi intervenuti, invitati della sociologa e presentatrice Deborah Bettega che ha curato l’organizzazione e l’ufficio stampa dell’evento, il noto musicista Lino Patruno con Giovanni Brusatori, attrici e attori come Mita Medici, Valentina Chico, Franco Gianni, Steffan Jinny, Domenico Fortunato, Alex Partexano, Gianfranco Phino, Gaetano Russo, Roberto Calabrese, Giovanni Visentin, Emilia Verginelli, Fabio Ciani, Rita Carlini, Claudio Mazzenga, Mirella Pamphili, Elena Presti, Sabrina Crocco, Marika Pace e volti televisivi come Maria Monsè. Presenti i produttori Roberto Bessi e Massimo Spano, l’ex calciatore della Lazio Renato Miele, il notaio Rai Giovanni Pocaterra, la nota ex Miss Italia Nadia Bengala, la giornalista televisiva Antonietta Di Vizia, il principe Fulvio Rocco De Marinis, ecc. Dopo gli autografi della scrittrice, gli ospiti si sono trasferiti nelle sale Versailles e Borghese dell’hotel, stile Belle Époques, per degustare ai tavoli prelibatezze e brindare fino a tardi.

giovedì 31 gennaio 2019

Aperòscopo 2019 - L'Oroscopo diventa aperitivo con Ada Alberti

 
Ada Alberti    Emilio Sturla Furnò   Antonella Piperno
di Rosalba Lupo
Di che segno sei? Ci ha pensato Ada Alberti la famosa astrologa della tv, in un incontro organizzato da Emilio Sturla Furnò in un locale elegante della Capitale Casa Coppelle, l'astrologa Ada Alberti ha voluto dispensare consigli e pronostici a una folta platea composta da amici Vip e giornalisti, le previsioni di ogni segno zodiacale per tutto l'anno 2019.
Mario Zamma con Ada Alberti
In questo l’Aperòscopo (aperitivo con oroscopo), la serata si è svolta all'insegna del buonumore, dove quasi tutti i presenti volevano sapere tutte le novità su l'anno che verrà. Ada Alberti dopo dopo una attenta osservazione del cielo e della posizione delle stelle, ha pronosticato “Grandi novità per Leone, Acquario e Pesci, ma il gran favorito dell'anno
sarà il Sagittario"ha detto l’Alberti.
Top Model Roger Garth con l'attrice Emanuela Tittocchia
I pianeti influenzano la vita e le vicende umane, ma ciò che accade nel futuro e, quindi, nel 2019, non è altro che una linea già tracciata negli scorsi anni, con scelte fatte e decisioni prese. È indispensabile dire che gli astri danno un’indicazione, una traccia spesso precisa e circostanziata; ma la vita è nostra, il destino possiamo scriverlo soltanto noi. Tuttavia, sapere prima, cosa può togliere o donare un pianeta, può senz'altro aiutare. I pianeti bisogna usarli, non farsi usare da loro!”.
L’astrologa ha ricordato che “l'ascendente è altrettanto importante come il segno di appartenenza, in quanto determinante per una più corretta interpretazione dei transiti e dell'oroscopo stesso”. La serata è stata moderata dalla giornalista Antonella Piperno. Tra i tanti volti noti si potevano riconoscere: Emanuela Tittocchia, Mario Ermito, Roger Garth, Roberta Garzia, Milena Miconi, Roberta Beta, Alex Paterxano, Gegia, Mario Zamma, Giuliana Savino, Fabio Vasco, Irene Bozzi.
Al termine della presentazione Casa Coppelle un originale zodiac-cocktail dedicato all’astrologa pensato dall'art director del locale - Rachelle Guenot - in collaborazione con le case vinicole Contadi Castaldi e Arnaldo Caprai.

martedì 29 gennaio 2019

WORLD of FASHION AWARD 2019


di Rosalba Lupo

                                                                                                               (foto R. Lupo)                      
Palazzo Brancaccio ha fatto da palcoscenico e da cornice per la sfilata internazionale dell'attesissimo WORLD Of FASHION. Crocevia di incontri, ideato e diretto da Nino Graziano Luca.
Azzurra Di Lorenzo   Milena Miconi   Nino Graziano Luca
Oltre mille invitati per assistere alle magnifiche creazioni realizzate da importanti stilisti provenienti da tutto il mondo. Lo show del World Of Fashion inizia con Addy Van Den Krommenacker (Olanda), lo stilista delle celebrities che ha presentato la collezione Out of Africa che trasuda safari, rievoca leopardi, fiori africani selvatici e nuove stampe, combinati con la femminilità e i ricchi tessuti che lo hanno reso celebre.
l'attore Gilles Rocca
Marcela De Cala (Spagna) realizza abiti da sposa di lusso, disponibili in numerose boutique di moda in tutto il mondo. Usa i migliori tessuti di pizzo e seta per design raffinati che esaltano la semplicità e l’eleganza. Azzurra Di Lorenzo giovane stilista votata alla riscoperta della femminilità misurata e mai ostentata. Testimonial della sua collezione, l’attrice Milena Miconi Rujji by Raja El Rayes (Libia).

I suoi disegni hanno origine a Tripoli e riflettono più largamente la storia libica, l'orgoglio della sua patria, coniugano passato e presente del suo paese come nella collezione passata dedicata al sito
Patrimonio dell’Umanità Unesco di Tadrart Acacus.
attore  Maurizio Matteo Merli
Quest’anno, inoltre, sono state introdotte per la prima volta al World Of Fashion, delle splendide creazioni maschili, indossate da quattro attori d’eccezione: l'attore Maurizio Matteo Merli, l'attore Gilles Rocca, l'attore Giuseppe Panebianco l'attore Ballde Bassirou. Giorgia Lingerie, (Italia) nasce con un concetto di lingerie un po’ fuori dagli schemi. Colore predominante è l’oro, un colore caldo, solare, energico che si abbina alle tinte soft, presenti nella collezione. Marina Corazziari Gioielli (Italia).
Gil Cagnè art director Pablo e il suo Staff                        (foto R. Lupo)
Nel corso dell’evento sono stati consegnati, inoltre, i WORLD of FASHION AWARD agli stilisti partecipanti ed agli Enti. I premi come sempre sono realizzati dal Maestro Orafo del Festival di Sanremo Michele Affidato. Per il Make Up Gil Cagnè art director Pablo ha reso ancora più belle, le già bellissime indossatrici. Al grandioso evento hanno partecipato numerosi Vip e Ambasciate.