RENDEZ VOUS nasce cartaceo registrato il 27 luglio 2007 al Tribunale di Roma n. 350

giovedì 24 novembre 2022

Teatro Parioli presenta SE DEVI DIRE UNA BUGIA DILLA GROSSA

 


di Rosalba lupo

Applausi a scena aperta al Teatro Parioli per  questa commedia brillante dal titolo SE DEVI DIRE UNA BUGIA DILLA GROSSA in scena fino 11dicembre, con dei protagonisti strabilianti come Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti, Paola Quattrini, Paola Barale. Due Atti di Ray Cooney; versione italiana di Iaia Fiastri. In scena anche Nini Salerno, Cristina Fondi, Sebastiano Colla, Marco Todisco, Sara Adami, Ilaria Canalini. Regia originale di Pietro Garinei. Nuova messa in scena di Luigi Russo. Riprendere uno spettacolo come Se devi dire una bugia dilla grossa, cavallo di battaglia della Ditta Dorelli, Quattrini, Guida, dopo 30 anni dalla prima rappresentazione del 1986, è come avere in mano una cambiale sicurissima, sia per il pubblico che per i teatri che lo ospitano. La solida struttura comica che caratterizza la commedia, che lo stesso Cooney aveva rappresentato allo Shaftesbury Theatre, che ha poi fatto il giro del mondo e che lo stesso Garinei ha poi portato in scena con enorme successo, è per il nostro mercato un grande ritorno. Commedia brillante, raffinata dai tanti equivoci, la storia si svolge nella Hall di un  Albergo nel cuore di Roma, protagonista della vicenda ormai nota del Ministro del Governo De Mitri, che vorrebbe intrattenere relazioni extra coniugali con un membro femminile del governo dell’opposizione. Tante bugie che intrigherà molto il pubblico romano. Assolutamente da non perdere. La versione rinfrescata e attualizzata da Iaia Fiastri con un cast eccellente, vede protagonisti Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti e la partecipazione di Paola Quattrini che per la terza volta interpreterà il ruolo della moglie dell’onorevole Natalia. Lo spettacolo inoltre vedrà la presenza di Paola Barale nel ruolo di Susanna Rolandi già interpretato da Gloria Guida e Anna Falchi. Il cast comprende anche Nini Salerno e Sebastiano Colla. 

Da una galassia molto vicina….il nuovo film ANATAR


 

di Rosalba Lupo

Da una galassia molto vicina… Salvatore Scarico e Manuela Montella presentano il film “Anatar”. Diretto da Alan Smithee, vede nel cast Azzurra Rocchi, Raffaele De Vita, Ciro Villano, Walter Lippa, Paolo Perinelli, Giancarlo Del Diavolo e Davide Marotta. Anatar è una commedia fantascientifica che nasce come parodia del kolossal Avatar, prendendo come riferimento i film dei Monty Python e la comicità di titoli quali Una pallottola spuntata, Robin Hood - Un uomo in calzamaglia e Scary movie. Rispetto al kolossal di James Cameron, Anatar ribalta i ruoli all’interno della storia. Sono infatti gli alieni ad essere tecnologicamente avanzati e a mettersi in viaggio attraverso lo spazio a causa dei problemi di abitabilità col proprio pianeta. Gli umani, rozzi e violenti, sono il popolo inferiore da conquistare.

Il popolo degli Anatar, alieni umanoidi che si sono evoluti dalle anatre, dopo aver portato al collasso il proprio pianeta è alla ricerca di un nuovo corpo celeste da chiamare nido. Nel loro pellegrinaggio spaziale approdano su Pandoro, un luogo dove esseri viventi e natura hanno trovato il proprio strano equilibrio. Amore, guerra, astronavi e papere spaziali sono gli ingredienti di questa grottesca fiaba moderna sull’accettazione di ciò che è diverso da noi.

Il produttore Salvatore Scarico dichiara: “Anatar vuole presentarsi come uno degli apri fila di un nuovo genere cinematografico: lo #Spaghetti-Fi. Ci proponiamo di portare in sala e sugli schermi una nuova forma di eredità della parodia all’italiana mantenendo lo spirito ironico di questo genere. Anatar è una commedia brillante, grottesca, fantascientifica e, allo stesso tempo, satirica e osservatrice della realtà. Adatto a grandi e piccoli, il mockbuster di Avatar vi saprà stupire”. Prodotto da Tyche Production srl, Anatar sarà nei cinema dal 1 Dicembre 2022, distribuito da Green Film.

lunedì 21 novembre 2022

Teatro Sala Umberto A Che Servono Questi Quattrini

 

di Rosalba Lupo

Applausi a scena aperta per questa commedia brillante di Armando Curcio “A che servono questi quattrini”  sul palcoscenico della Sala Umberto  fino al 4 dicembre 2022. Messa in scena per la prima volta nel 1940 dalla compagnia dei De Filippo con grande successo di pubblico. 

La vicenda ruota intorno al Marchese Parascandolo detto il Professore che per dimostrare le sue teorie socratiche, bizzarre e controcorrente, ordisce un piano comicamente paradossale che svela l’inutilità del possesso del denaro. Marchese Parascandolo, con la scanzonata e creativa adesione degli attori e in un clima popolare e festoso, organizza delle situazioni dove il potere dei “quattrini”, valore indiscusso, che tutto muove oggi come allora. Assolutamente da non perdere. Con Nello Mascia, Valerio Santoro, Salvatore Caruso, Loredana Giordano, Fabrizio La Marca, Ivano Schiavi, regia di Andrea Renzi, scene Luigi Ferrigno, costumi Ortensia De Francesco, luci Antonio Molinaro.

 

giovedì 17 novembre 2022

A Palazzo Brancaccio il Gran Ballo di Sissi 2022

 


di Rosalba lupo

Appuntamento annuale con la favola a Palazzo Brancaccio dove la cultura, il romanticismo si fondono in una atmosfera storica creata dalla  Compagnia Nazionale di Danza Storica diretta da Nino Graziano Luca.

Oltre duecento i partecipanti in costumi ottocenteschi che hanno dato vita negli sfarzosi saloni al Gran Ballo di Sissi, in omaggio alla famosa Principessa Austriaca.

Il ruolo regale di SISSI è stato rivestito dall’elegante EVA CROSETTA apprezzata conduttrice televisiva del programma Rai sulla VIA DI DAMASCO e di altri programmi di successo come  e poi LINEA VERDE; FRANZ JOSEPH è stato interpretato da un guru della comunicazione, l’imprenditore nel campo pubblicitario internazionale DANIELE PECCERILLO (che da amico mio e di Eva) ha accettato di scherzare con noi.  Tra gli ospiti hanno partecipato: il principe Guglielmo Marconi, l’attrice Francesca Brandi dal “Paradiso delle Signore” l’attrice Chiara Basile Fasolo da “Braccialetti Rossi” il Prefetto Fulvio Rocco, le Gentildonne Maltesi Marianna Cutajar, Tanya e Ruth Zammit; Generale Massimo Palumbo; il Prof. Dott. Antonio Abate; la game designer Francesca Romana Cicetti; il costumista teatrale del Carnevale di Venezia, Marco di Lauro e tanti altri. 

Il Gran Ballo di Sissi è il più longevo evento di Ballo che lega Roma a Vienna. A finire Gran Buffet e brindisi di Auguri.

sabato 29 ottobre 2022

ROMA CHAMPION DAY a CAPANNELLE

 

Domenica 30 ottobre, a partire dalle ore 13.15, le luci della ribalta ippica si accenderanno sull’Ippodromo Capannelle che ospiterà il Roma Champions Day, appuntamento di straordinario spessore tecnico, ribattezzato a ragione "la grande festa del turf italiano”. Per comprendere la valenza di questo Roma Champions Day, l’ennesima perla della collana di Hippogroup Roma, basta dare uno sguardo al programma della giornata, quanto di meglio in autunno l’impianto capitolino possa proporre agli appassionati. Un concentrato di spettacolo, emozioni, qualità, prestigio e valenza tecnica che animerà il pomeriggio romano di corse. Il Roma Champion Day, il summit autunnale è forse la giornata più completa dell’intero anno, ecco perché tutti gli appassionati attendono con trepidazione questo pomeriggio, preceduto come tradizione ventennale dalla colta ed elegante cerimonia di consegna del Premio Lydia Tesio “Le Signore dell’Ippica" che si è tenuta giovedì sera al Palazzo delle Esposizioni.

Ben cinque corse di gruppo nel cartellone di Domenica 30, vale a dire il Premio Roma, il Lydia Tesio, il Berardelli, il Ribot Luciani e l’Umbria ma in calendario anche una listed, ovvero il Divino Amore Livermore, e per completare la giornata anche il tocco sportivamente internazionale con la prova riservata agli amatori che è parte del circuito europeo Fegentri. Sette corse, quattro sulla pista grande in erba, due quella dritta sempre in erba, mentre per gli amatori è pronto l’anello all weather. Le distanze andranno dai 1000 ai 2000 metri. All’interno del Roma Champions Day, con il supporto dell’Ambasciata d’Ucraina in Italia, sarà presentato il progetto UNITED24, un’iniziativa del Presidente ucraino Volodymyr Zelensky, una piattaforma creata per raccogliere fondi a sostegno del popolo ucraino. I fondi verranno trasferiti sul conto della Banca Nazionale ucraina e spesi dai ministeri competenti per le esigenze più importanti del paese. Il Premio dedicato a Lydia Tesio (quarta corsa in programma alle 15.05) è un omaggio a una donna straordinaria. Non fu soltanto la preziosa compagna di vita di Federico Tesio, uno dei geni del ‘900, ma sempre preziosa, attenta e competente fu l'indispensabile altra metà del Mago di Dormello. Esperta di genealogie, seguiva con attenzione tutti gli allenamenti o quasi dei cavalli della scuderia famosa in tutto il mondo. Dal loro sodalizio con Mario Incisa della Rocchetta sono nati fuoriclasse immensi come Cavaliere d’Arpino, Donatello, Nearco, Niccolò dell’Arca, Tenerani, Toulouse Lautrec, Botticelli e ovviamente l’immortale Ribot. Donna Lydia sopravvisse una dozzina di anni al Mago di Dormello, lasciò il nostro mondo alla metà  degli anni '60 e subito fu creata la sua corsa, ovviamente riservate alle femmine. Il premio a lei dedicato è gratificato dello status di gruppo 2, sulla distanza di 2000 metri, perfetta per eleggere una campionessa a tutto tondo. Domenica la laureata 2022 uscirà da un gruppo composto da otto protagoniste, due delle quali sono ospiti estere, Norge e Atomic Blonde, e le altre sei espressione della nostra selezione. Entrambe le straniere avranno modo di recitare un ruolo primario nella corsa ma in prima battuta troveranno la laureata del ’21, ovvero Sopran Basilea, la cui forma è in ascesa. Accanto a lei Cima Star, Lyrical e una giovane tre anni come Atamisque, per finire con Romagna Mia e Sa Filonzana. Il Premio Roma (sesta corsa alle 16.20) ha una storia importante e particolare. Nato come ultima occasione per i fondisti sui 2800 metri, all’inizio degli anni 90 è stato opportunamente portato sui 2000 che nel frattempo è diventata la distanza di elezione per la selezione mondiale. Da oltre 30 anni il campione autunnale emerge dunque al termine della dirittura severa di 850. Questa sarà l'edizione di Tempesti? Il portacolori della scuderia Dormello è sicuramente il nostro tre anni migliore, laureato di Botticelli e Scheibler e secondo nell'ultimo fantastico ed emozionante Derby, ma non avrà vita facile. Lo attendono sei avversari, due dei quali ospiti esteri graditissimi. Torna infatti in pista il vincitore del nostro Parioli, See Hector, ma attenzione anche a Sean. Da tenere in grande considerazione anche Flag’s Up,Tiaspettofuori e Clarenzio Fan. Attesissimo anche il confronto intergenerazionale sul miglio, il Premio Ribot-Luciani, corsa di Gruppo 3 in programma alle ore 15.40. I protagonisti saranno 11, tra i favoriti segnaliamo Rubayat, Wonnemond e Zandjan che fa scuderia con Rubayat. Nutrito e di spessore il gruppo degli italiani: Cima Emergency, laureato del Parioli, ma anche Il Grande Gasby, Some Respect, Telepatic Glance, una delle migliori femmine sulla distanza, Frozen Juke e i validissimi Emperor of Love e Mordimi. Il Premio Umbria è diventato appuntamento di grande spessore per i velocisti sui 1200 metri, una volata emozionante da vivere quasi in apnea dal primo all’ultimo metro. 12 cavalli al via  a garantire spettacolo ed emozioni. Tra questi Go Atletico con Gerard Mossè, ma anche laureati di pattern o listed come Collinbay, Djiango, Ipompieridiviggiù, Royal Ashirah, solo per citare i più accreditati. In prospettiva Derby si cimentano i 2 anni sui 1800 metri del Premio Berardelli che da questa edizione ricorda oltre a Guido, storico presidente dell’Unire e grande proprietario, anche Alessandro che per tanti anni è stato il direttore di Capannelle. La corsa nasce come premio Tevere prima di assumere la denominazione attuale. Da questa corsa si nasce campioni, basti pensare all’ultimo laureato, Arkadan, capace poi di dare vita al memorabile scontro con Tempesti nell’ultimo Derby. Al via in questa edizione 2022 saranno in sei, con Sirjan, Alf Moon, Drunk With Love, Shekerando, Strong Alpha e The Blades. Le frecce volanti sempre di due anni si misureranno sul chilometro secco del Premio Divino Amore Livermore e sarà grande emozione ancora una volta. Sarà la prima corsa in programma, alle 13.15, e saranno in 11 al via a garanzia di spettacolo. Sempre Domenica 30 ottobre l’Ippodromo Capannelle ospiterà un'edizione straordinaria del Mercato Contadino Roma e Castelli Romani con la Festa Celtica. Una giornata da trascorrere tutti insieme, aspettando Halloween, con tanta musica, street food contadino. Pony Village - Torna l’iniziativa didattica tesa a far conoscere e a promuovere il mondo equestre ed in particolare i pony, attraverso metodologie ludiche rivolte ad una fascia di età compresa tra i 3 e i 14 anni. Al Pony Village troverete: approccio, cura e preparazione dei pony, attività laboratoriali, baby parking, attività ludico-ricreative, giochi sui gonfiabili, pop corn e zucchero filato.

mercoledì 26 ottobre 2022

TEATRO OLIMPICO presenta LA DODICESIMA NOTTE o quel che volete di William Shakespeare

 


di Rosalba Lupo

Assolutamente da non perdere al Teatro Olimpico fino al 30 ottobre il musical LA DODICESIMA NOTTE  di William Shakespeare. Già dal titolo La Dodicesima Notte allude al vero protagonista e motore della commedia: il tempo.  Di dodici notti è l'intervallo fra il Natale e l'Epifania, il periodo festivo per eccellenza nell'Inghilterra elisabettiana. Periodo è una parola che nella lingua italiana ha molti diversi significati, ma specificamente allude ad una sezione determinata del tempo, che quindi ha un inizio e una fine. Abbiamo da poco conosciuto un periodo che ci ha fatto assaporare il gusto sospeso e amaro dell'intervallo di tempo: una quarantena. Le dodici notti hanno invece un sapore dolce e festivo, ma condito da un veleno leggero: quel tempo è straordinario ma destinato a finire. Ne deriva una spinta ad usarlo tutto al massimo per raggiungere quei desideri che l'eccezionalità della festa promette di realizzare.

Loredana Scaramella alla regia

Personaggi e Interpreti

Orsino                     DIEGO FACCIOTTI

Antonio                   GABRIO GENTILINI

Viola                        ELISABETTA MANDALARI

Capitano                 ROBERTO MANTOVANI

Fabian                     FRANCESCO MASTROIANNI

Maria                       LOREDANA PIEDIMONTE

Olivia                      CARLOTTA PROIETTI

Feste                       CARLO RAGONE

Ser Tobia De’Rutti MAURO SANTOPIETRO

Valentino                 ANTONIO SAPIO

Malvolio                  ANTONIO TINTIS

Ser Andrea Guanciamolle FEDERICO TOLARDO

Musiche a cura di Adriano Dragotta , canzoni originali Mimosa Campironi eseguite dal vivo dal quartetto William Kemp, violino ADRIANO DRAGOTTA contrabbasso DANIELE ERCOLI, batteria e percussioni ALESSANDRO DUCCIO  LUCCIOLI  chitarre DANIELE DE SETA. Costumi SUSANNA PROIETTI (Assistente ai costumi Piera Mura). Movimenti di scena ALBERTO BELLANDI, Coreografie LAURA RUOCCO, Aiuto regia FRANCESCA VISICARO, Assistente coreografo GIULIO BENVENUTI, Scene FABIANA DI MARCO.


domenica 18 settembre 2022

Viola come il mare Mediaset Canale 5

 

di Rosalba Lupo

Conferenza stampa alla Casa del Cinema di Roma per la fiction più attesa che andrà in onda su Canale 5 il 30 settembre 2022, la fiction Mediaset “Viola come il mare”. Photocall nei giardini della Casa del Cinema, fotografi in fibrillazione per immortale i due protagonisti bellissimi del panorama italiano e internazionale questi sono Francesca Chillemi  Miss Italia 2003 gambe chilometriche, sorriso abbagliante, con lei l’altro protagonista l’attore turco Can Yaman fisico scultoreo. 

In sala hanno proiettato una anticipazione di questa serie televisiva poliziesca ambientata in una Palermo come non si è mai vista, bellissima ogni ripresa sembra uscita da un quadro di Guttuso, ogni vicolo specialmente nei mercati Palermitani vieni travolto dalle loro voci e i profumi, in comune i due protagonisti hanno una terrazza spettacolare con vista sulla Cattedrale Normanna. Un plauso alla fotografia. L’attore turco nella sua semplicità racconta quanto ha studiato per recitare in italiano, ha trovato subito molta complicità con la Chillemi e il cast, riguardo alla sua bellezza non è consapevole sono gli altri che gli ricordano quanto è bello, il bel turco inoltre è laureato in giurisprudenza, dopo questo lavoro partirà per Budapest per girare un film. Francesca Chillemi è felice di essere tornata a fare fiction per Mediaset dopo qualche anno di assenza, felice di aver lavorato nella sua terra di Sicilia, ha trovato una buona sintonia con Yaman. 

Viola come il mare è il titolo di questa miniserie prodotta da Rti-Lux Vide, realizzata da Lux Vide, società del gruppo Fremantle, diretta da Francesco Vicario. La storia che racconta è quella di una ragazza 30enne affetta da un disturbo neurologico che le genera la sinestesia, ovvero una sovrapposizione spontanea e incontrollata di più sensi che suo caso le permette di associare colori specifici alle emozioni delle persone. Viola Vitale dopo essersi sempre occupata di comunicazione di moda, si trasferisce da Parigi a Palermo (sua città natale), dove farà di tutto per cercare il padre che non ha mai conosciuto. Una volta giunta a Palermo, Viola inizia a lavorare per una redazione web come giornalista di cronaca nera, dove conosce l'ispettore Francesco Demir, un uomo con un grande talento investigativo ma una scarsa fiducia nel genere umano. I due lavoreranno fianco a fianco sui casi di omicidio: Viola lavora come giornalista, mentre Francesco lavora come poliziotto.
Viola come il mare: il cast della fiction Mediaset. La miniserie di Canale 5, peraltro già venduta in altri paesi come Israele, Portogallo, Turchia e alcuni paesi dell'est europeo, è interpretata da Can Yaman, Francesca Chillemi, Chiara Tron, Simona Cavallari, David Coco, Romano Reggiani e Giovanni Nasta. La protagonista di nome Viola ha il volto della Chillemi e nel suo personaggio sono state inserite dalla sceneggiatrici Silvia Leuzzi e Elena Bucaccio.  Prodotto da Matilde e Luca Bernabei.

martedì 6 settembre 2022

Teatro Quirino in Galleria Sciarra

 


di Rosalba lupo

Tornando dalle vacanze ma non dimenticando di passare una serata in pieno relax, ci immergiamo in pieno centro storico nella meravigliosa Fontana di Trevi, a ridosso troviamo il Teatro Quirino che ripropone per tutto il mese di settembre un ricco palinsesto musicale in Galleria Sciarra, il meraviglioso gioiello liberty di Roma, la kermesse di spettacolo dal vivo e di buon cibo, con il patrocinio dell’ ANAC e del Comune di Roma Assessorato alla Cultura. Tutti gli appuntamenti di spettacolo sono abbinati alla proposta gastronomica del nostro bistrot Angolo Sciarra firmata dallo chef Massimo Borrutzu. 


Sabato3settembre galleria affollatissima per il concerto settembrino di FRANCESCO CENTARRÌ QUINTET
Jazz, bossa nova, funky, blues, cantautorato italiano vestito da altre atmosfere… la caratteristica del Francesco Centarrì quintet è il viaggio nella sua accezione più ampia.
Un incontro di culture che trovano la sua unità nella diversità, nella differenza

 nella sua unicità… accompagnato al piano da Vincenzo  Indovino, al contrabbasso da Riccardo Grosso e alla batteria da Alessandro Borgia, la voce di Francesco Centarrì vivrà una eco che non sembra avere tempo.

lunedì 5 settembre 2022

Fiumicino Jazz Festival al Museo del Saxofono 2022

 

di Rosalba lupo

Conferenza stampa al Museo del Saxofono che si trova in località Maccarese (Fiumicino), ad attenderci l’ideatore di questo magnifico Museo  è il musicista Attilio Berni

 una collezione di almeno 600 strumenti tra sassofoni,   trombe e clarinetti, di tutte di tutte le dimensioni. 
L’evento organizzato dal Museo del Saxofono giunto alla seconda edizione del Fiumicino Jazz Festival ha l’intento di promuovere e di portare a Fiumicino una grande manifestazione dedicata al jazz dal 2 all’11 settembre, si esibiranno grandi nomi del jazz nazionale e internazionale.
 La rassegna prevede un ciclo di 6 eventi che si svolgeranno sia al Museo del Saxofono, altri eventi saranno organizzati nel Birrificio Agricolo Podere 676 di Testa di Lepre. Il Museo  il 2 settembre ha ospitato il duo formato dalla pianista Stefania Tallini e  dal flicornista Franco Piana hanno così aperto la seconda edizione del Fiumicino Jazz Festival. Repertorio di brani originali composti dalla pianista e dal flicornista canzoni italiane e musica brasiliana. Un progetto molto originale che prevede momenti di grande scambio culturale.

giovedì 1 settembre 2022

Roma Caput Mundi del Salto Ostacoli: al Circo Massimo torna il Longines Global Champions Tour 2022

 

di Rosalba Lupo

Conferenza stampa nel più affascinante, unico, ineguagliabile location che Roma Caput Mundi può offrire il CIRCO MASSIMO ospita in questi giorni dal 2 al 4 settembre la tappa italiana del Longines Global Champions Tour, il più prestigioso circuito internazionale di salto ostacoli con le migliori amazzoni e i migliori cavalieri del panorama mondiale. Concorso capitolino  si riconferma per il settimo anno quale meta preferita dei migliori binomi del pianeta: una tre giorni spettacolare con 15 gare (9 nel CSI2*, 6 nel CSI5*) che vedranno protagonisti 122 atleti in rappresentanza di 24 Paesi di tutti i Continenti e oltre 200 cavalli, con un montepremi in palio di 650mila euro.

Tredicesima tappa stagionale e terzultimo atto del tour, all’ombra del Palatino sfilerà l'élite mondiale del salto ostacoli: tanti i campioni in gara attesi nelle due competizioni regine del Longines Global Champions Tour e della Global Champions League, a partire dallo svedese numero uno al mondo Henrik Von Eckermann, doppio oro all’ultima rassegna iridata di Herning, al campione olimpico di Tokyo 2020, il britannico Ben Maher, passando per l’attuale capolista del circuito, il tedesco Christian Ahlmann, fino al vincitore dell’edizione 2021, lo svedese Peder Fredricson, attuale numero 3 del ranking mondiale FEI. Quattro gli azzurri che rappresenteranno il tricolore nelle gare del CSI5*: Emanuele Gaudiano, Piergiorgio Bucci, Francesco Turturiello e Giacomo Casadei.

Anche quest’anno il LGCT di Roma sarà a ingresso gratuito, una tre giorni di grande sport totalmente aperta al pubblico, un evento “globale” dove il cavallo sarà il protagonista indiscusso, ma non solo: il format della manifestazione, annoverata tra i Grandi  Eventi Cittadini di Roma Capitale, prevede di affiancare l'immagine culturale, sociale e turistica della Città Eterna con numerose attività collaterali in un palinsesto ricchissimo di appuntamenti, spettacoli e iniziative per il pubblico di tutte le età. SI SALTA NELLA STORIA – Roma torna Capitale mondiale dell’equitazione: come duemila anni fa, quando il Circo Massimo era teatro delle corse dei cavalli e dei “Ludi Romani”, il Longines Global Champions Tour riporterà i cavalli a gareggiare nello storico sito patrimonio dell'umanità dell'UNESCO. Individuando il Circo Massimo come area idonea a ospitare l'evento, lo scorso anno la Giunta Capitolina ha approvato una delibera per sancire la partecipazione di Roma Capitale fino al 2025 annoverando il LGCT di Roma tra i Grandi Eventi Cittadini con il contributo dell’Istituto per il Credito Sportivo, banca sociale per lo sviluppo sostenibile dello Sport e della Cultura, è stato previsto un progetto di riqualificazione ambientale e paesaggistico dell’area archeologica del Circo Massimo attraverso il ripristino delle aree verdi che costeggiano il campo di gara. IL CIRCUITO – Il Longines Global Champions Tour, circuito internazionale d’eccellenza ideato nel 2006 dal campione olimpico olandese Jan Tops, ha trasformato radicalmente il panorama agonistico e organizzativo del salto ostacoli mondiale. Il suo format innovativo, gli altissimi standard qualitativi, i montepremi più ricchi e lo svolgimento nelle più suggestive e ricercate location del pianeta ne hanno favorito un successo e un’espansione senza precedenti nella storia degli sport equestri, facendogli guadagnare l’ormai celebre appellativo di “Formula 1 dell’Equitazione”. Giunto alla sua sedicesima edizione, quest’anno il circuito del Longines Global Champions Tour si sviluppa su un calendario stagionale di 16 appuntamenti che attraversano 13 Paesi e 3 Continenti, con un montepremi complessivo di 35 milioni di euro. Tredicesima tappa della stagione, Roma raccoglierà il percorso iniziato a Doha e proseguito a Miami Beach, Città del Messico, Madrid, Saint Tropez, Amburgo, Cannes, Stoccolma, Parigi, Montecarlo, Londra e Valkenswaard. Dopo la Città Eterna il circuito chiuderà la stagione regolare con le tappe di New York (23-25 settembre) e Riyadh (20-22 ottobre), che sanciranno il vincitore della competizione individuale del Longines Global Champions Tour e la squadra vincitrice della Global Champions League, e culminerà con l’ultimo atto dei Global Champions Playoff di Praga dal 17 al 20 novembre: primo Gala indoor nella storia del circuito introdotto nel 2018, con un montepremi record da oltre 10 milioni di euro (la cifra più alta messa in palio per un evento nella disciplina del salto ostacoli), il Main Event in Repubblica Ceca vedrà sfidarsi nel Super Grand Prix LGCT i vincitori individuali di tutti i gran premi della stagione 2022 e nella Super Cup Global Champions League le migliori 12 squadre della regular season. TUTTO PRONTO – Da quando nel 2015 la città di Roma è stata inserita tra le capitali mondiali attraversate dal circuito, il concorso capitolino ha sempre regalato grandi emozioni risultando molto spesso decisivo per le sorti finali del titolo individuale e di quello a squadre delle due competizioni clou, il Longines Global Champions Tour appunto e la Global Champions League, quest’ultima meglio conosciuta come la “Champions League dei cavalli”. La conferma di una nuova, grandissima edizione è assicurata dalla partecipazione delle amazzoni e dei cavalieri più titolati del pianeta, pronti ad incollare alla poltrona migliaia di appassionati del genere. A tre tappe dal termine saranno in gara per la volata finale al titolo individuale ben nove dei top 10 della classifica del LGCT: con il tedesco Christian Ahlmann, attuale leader con 236 punti, hanno risposto “presente” il belga Pieter Devos, secondo con 198 punti, e l’oro olimpico di Tokyo 2020, il britannico Ben Maher, distanziato di sole tre lunghezze (3° a 195). Tra gli altri big in campo impossibile non citare lo svedese numero uno al mondo Henrik Von Eckermann, oro individuale e a squadre all’ultima rassegna iridata di Herning, l’altro campione svedese Peder Fredricson, vincitore dell’edizione 2021 del LGCT e attuale numero 3 del ranking mondiale FEI, e ancora il big del salto ostacoli brasiliano Marlon Zanotelli, il francese Kevin Staut e il tedesco Daniel Deusser; tra le amazzoni più applaudite della passata edizione romana torneranno anche l’australiana Edwina Tops-Alexander (4° a 183,5 punti) e la svedese Malin Baryard-Johnsson, vincitrice del primo dei due concorsi capitolini consecutivi disputati lo scorso anno. Promette spettacolo anche la corsa per il titolo a squadre della Global Champions League. 

Nella suggestiva arena del Circo Massimo le 16 compagini in gara schiereranno i loro migliori elementi per aggiudicarsi la tappa capitolina nei consueti due round del venerdì e del sabato. Avvincente il testa a testa ai vertici della graduatoria tra gli Stockholm Hearts, squadra dove militano Peder Fredricson e Malin Baryard-Johnsson attualmente in prima posizione con 239 punti, e i Berlin Eagles capitanati dal tedesco Christian Kukuk, solo due lunghezze dietro (237). I due team nei piani più alti della classifica dovranno guardarsi le spalle da una concorrenza agguerritissima per un finale tutto da decidere: gli Shanghai Swans di Christian Ahlmann e Marlon Zanotelli (terzi a 201 punti), i Prague Lions (4° a 190) dove figura tra gli altri il belga Pieter Devos, il Valkenswaard United di Edwina Tops-Alexander (5° a 189) e i Paris Panthers di Ben Maher (6° a 184). Occupano invece la settima piazza con 178 punti i Rome Gladiators, la squadra che richiama i gladiatori romani già sostenuta nelle precedenti edizioni dal pubblico capitolino sarà rappresentata in campo da Shane Breen, Nina Mallevaey e Beth Underhill. GLI AZZURRI – Per l’attesissimo concorso al Circo Massimo sono quattro gli azzurri in lista per le gare del CSI5*: Emanuele Gaudiano, Piergiorgio Bucci, Francesco Turturiello e Giacomo Casadei. Tornano a gareggiare al cospetto del Palatino il Carabiniere Scelto Emanuele Gaudiano in sella a Nikolaj De Music e Crack Balou, il cavaliere campano Francesco Turturiello che gareggerà con Quite Balou e Made In't Ruytershof, e l’aquilano Piergiorgio Bucci con Naiade D'elsendam Z e Cochello, quest’ultimo vincitore proprio al Circo Massimo nel CSI5* della 1.45 a tempo della passata edizione. La comitiva azzurra è completata dal Carabiniere Giacomo Casadei (Let's Go Fz, Ballantine DI Villagana), ventenne già campione olimpico giovanile ai Giochi di Buenos Aires del 2018. Ventotto al momento i cavalieri e le amazzoni azzurre che prenderanno parte alle gare del CSI2* in programma nelle tre mattinate di manifestazione che anticiperanno le gare pomeridiane del CSI5* e del LGCT: Gianluca Apolloni, Beatrice Bacchetta, Vanessa Barea, Alice Bertoli, Stefano Brecciaroli, Marcello Carraro, Luca Coata, Simone Coata, Cristiano Di Caprio, Irene Di Caprio, Albaclara Fontana, Pierluigi Fresilli, Rebecca Gasbarrini, Guido Grimaldi, Filippo Martini di Cigala, Giulia Mattioli, Andrea Messersì, Gianluca Milner, Stefano Nogara, Alessandro Orlandi, Paolo Paini, Clara Pezzoli, Antonia Vita Pinardi, Roberto Previtali, Marco Sassara, Vittoria Scognamiglio, François Spinelli ed Elia Villotti. Per giovani cavalieri e piccoli fan torna la Future Champions, il progetto per vivere da vicino la preparazione in campo prova, incontrare i propri idoli e assistere a tutte le gare dei migliori binomi del mondo. 

Per i più piccoli il Baby Horse Village, dove sarà possibile fare il battesimo della sella e delle carrozze, nel villaggio sarà presente anche un Dog Bar. Tra gli appuntamenti serali immancabili gli show equestri: ad aprire la rassegna venerdì 2 settembre alle 21 ecco “I Cavalli e Roma tra mito, storia e leggenda”, ma anche diverse rappresentazioni teatrali e liriche impreziosiranno la tre giorni di evento prima e dopo le gare più attese. Il pubblico del Circo Massimo potrà inoltre godere dello spettacolo del Carosello del San Raffaele Viterbo, del Carosello di Lance dei Lancieri di Montebello che seguirà al Gran Premio di sabato 3 settembre (ore 19:15), e del tradizionale Carosello dei Carabinieri con l’Ammainabandiera che chiuderà ufficialmente la manifestazione domenica 4 settembre.